Mamma a 61 anni: ‘Non ho paura per mio figlio” COMMENTA  

Mamma a 61 anni: ‘Non ho paura per mio figlio” COMMENTA  

diventa mamma 61 anni

Castel Voturno: una donna è diventata mamma per la prima volta a 61 anni: “Non ho paura per Elia”.

Diventare mamma a 60 anni senza il supporto della scienza può sembrare un miracolo, ma è proprio quello è successo a una coppia di Castel Voturno, in provincia di Caserta.

Leggi anche: Referendum: Piero Pelù denuncia un’anomalia

Maria Rosaria Veneruso è diventata mamma a 61 anni dopo anni di tentativi. Veneruso aveva sofferto quattro interruzioni di gravidanza adesso finalmente il suo sogno di diventare mamma si è avverato.

Leggi anche: Referendum: Matteo Renzi si presenta a votare senza il documento d’identità

Maria Rosaria Veneruso ha partorito il suo primo figlio: un bambino di 3 chili e mezzo chiamato Elia.
La donna è sposata da oltre 30 anni con Vincenzo, e per 3 anni è stata l’assessore a Castel Voturno. Questa nascita si produce di forma naturale o quasi dato che la donna sessantenne non si è mai sottoposta ad un trattamento di fertilità.

La donna seguiva sola una cura ormonale da alcuni anni. Tutta la gravidanza e il parto sono stati seguiti dall’equipe del dottor Palmieri della clinica “Pineta Grande”.

La felice mamma ha dichiarato di aver avuto una gravidanza tranquilla e ha potuto avere una vita normale fino al settimo mese.

L'articolo prosegue subito dopo

Nonostante la felice notizia, c’è chi sostiene che non sia proprio naturale diventare mamma così tardi, ma Maria Rosaria ha la risposta pronta: io ero convinta di quello che facevo. Ne sono tuttora convinta”. I genitori di Elia hanno già tutto previsto e non hanno paura per il futuro dato che hanno lasciato tutto pronto per il piccolo bambino. C’è una giovane coppia che si prenderebbe cura del bambino nel caso dovesse capitare qualcosa.

Leggi anche

alecsandra-puflea-2
News

Ragazza cacciata dall’hotel perché scambiata per una prostituta

Episodio di razzismo denunciato a Ferensway, nel Regno Unito. Una ragazza rumena, Alecsandra Puflea, 22 anni, studentessa di Criminologia all'Università di Hull, si è vista rifiutare la camera di un hotel, l’Holiday Inn Express, che aveva prenotato online, perché scambiata per una prostituta. Era insieme al suo fidanzato. Dopo aver visto la sua carta d'identità, l'addetto alla reception l'ha mandata via, dicendo che l’albergo non accettava clienti rumeni - neanche il fatto chela studentessa abbia mostrato la sua patente britannica, è servito - . Poi la struttura si è scusata, dicendo di aver stabilito “quella” regola perché alcune ragazze provenienti dalla Romania erano state scoperte Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*