Manovra passa alla Camera: Renzi, tasse giù e 50 euro in più per le pensioni più basse COMMENTA  

Manovra passa alla Camera: Renzi, tasse giù e 50 euro in più per le pensioni più basse COMMENTA  

Una legge di Stabilità ricca di novità, almeno stando a quanto dichiarato da Matteo Renzi dopo il via libera alla camera del testo, approvato con 290 favorevoli e 18 voti contrari. Testo che dovrà essere ora sottoposto al Senato per la seconda lettura, prevista per il 6 dicembre, 2 giorni dopo l’atteso referendum costituzionale. Parlando in conferenza stampa il premier ha enunciato le novità di questa legge, che ha definito “ben impostata” e della quale “nessuno potrà rimettere in discussione i capisaldi”. Tra queste i 30-50 euro in più per le pensioni più basse inferiori a 1000 euro, un intervento che va sulla giusta strada, anche se non si è riusciti ad arrivare a 80 euro.


Ma Renzi ha anche aggiunto che le “tasse continuano ad andare giu“, dall’Ires all’Irpef agricola, fino agli interventi sulle partite Iva. Per quanto riguarda la sanità, “le polemiche stanno a zero, c’è un aumento a 113 mld, due in più rispetto all’anno scorso, più il fondo per la non autosufficienza che è 450 mln con un più 50 mln rispetto all’anno scorso.

Alcune buone notizie ulteriori sono arrivate dal passaggio alla Camera. E’ ricca di buone notizie e non è all’Achille Lauro”.

“Al Senato – ha detto il premier  – cosa accadrà? L’attività parlamentare va avanti e il Senato ha tutto il tempo per chiudere in tempi ragionevoli la legge di bilancio.

Il fatto di aver approvato prima del referendum il ddl alla Camera è un elemento di serietà che spero verrà apprezzata da tutti”.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*