Muore la reclusa più anziana d’Italia: aveva 83 anni

News

Muore la reclusa più anziana d’Italia: aveva 83 anni

detenuta-piu-anziana-ditalia
detenuta-piu-anziana-ditalia

Muore Stefania Malu, la detenuta più anziana d’Italia aveva 83 anni. “Nonna galera” è deceduta in ospedale dopo un malore

Stefania Malu era la detenuta più anziana d’Italia, aveva 83 anni ed era reclusa presso il carcere di Cagliari-Uta. Il primo arresto di “nonna galera” risale al 1962 da quel momento ha continuato ad entrare e uscire dalla cella. L’ultima volta aveva 82 anni e quando i carabinieri hanno fatto irruzione a casa sua, stava confezionando cento dosi di cocaina e eroina.

Una settimana fa Stefania dopo essere stata ricoverata, fu portata a casa in stato di detenzione domiciliare. “Nonna galera” ha avuto un malore, così da casa sua è stata subito portata in ambulanza presso l’ospedale San Giovanni di Dio a Cagliari. Purtroppo non ce l’ha fatta ed è morta nel letto d’ospedale all’età di 83 anni.

Il caso Stefanina Malu aveva interessato non solo la stampa locale ma anche quella nazionale, perché la donna era la detenuta più vecchia di tutto il paese, infatti proprio per questo e per le sue gravi condizioni di salute aveva attenuto i domiciliari.

E’ stata ricoverata per 8 giorni e poi una volta stabilizzata, rimandata a casa ai domiciliari. Purtroppo ha avuto una ricaduta e questa volta non ce l’ha fatta.

“La droga è una cosa brutta, lo so, l’ho sempre saputo” così raccontava Stefania Malu contò nel corso di una chiacchierata fatta in ospedale riportata dalla Stampa. “Per me era un lavoro, l’unico lavoro, perché nel quartiere non ce n’era altro. Solo così potevamo vivere dignitosamente. Non ho morti sulla coscienza. Ho fatto il lavoro sbagliato, però ho pagato per tutti” ogni volta la polizia la condannava, ma non era l’unica a spacciare nella sua città.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche