Napolitano: le sentenze si applicano, il Governo deve andare avanti COMMENTA  

Napolitano: le sentenze si applicano, il Governo deve andare avanti COMMENTA  

Dopo giorni di polemiche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è intervenuto a fare chiarezza con una lunga nota, nella quale ribadisce la necessità che il Governo prosegua il suo lavoro, in quanto una crisi in questo momento farebbe ripiombare l’Italia nell’instabilità. Sulla sentenza della Cassazione pronunciata nei confronti di Silvio Berlusconi circa il processo Mediaset, il Capo dello Stato è categorico: “Di qualsiasi sentenza definitiva, e del conseguente obbligo di applicarla, non può che prendersi atto. Ciò vale dunque nel caso oggi al centro dell’attenzione pubblica, come di ogni altro”, dichiara.


Il che significa, più semplicemente, che la legge è uguale per tutti. Poi sottolinea: “Intervengo oggi in quanto sono stato, da parecchi giorni, chiamato in causa, come presidente della Repubblica, e in modo spesso pressante e animoso, per risposte o “soluzioni” che dovrei e potrei dare a garanzia di un normale svolgimento, nel prossimo futuro, della dialettica democratica e della competizione politica.


A proposito della sentenza passata in giudicato, va innanzi tutto ribadito che la normativa vigente esclude che Silvio Berlusconi debba espiare in carcere la pena detentiva irrogatagli e sancisce precise alternative, che possono essere modulate tenendo conto delle esigenze del caso concreto.

In quanto ad attese alimentate nei miei confronti, va chiarito che nessuna domanda mi è stata indirizzata cui dovessi dare risposta”. Ossia, Napolitano lascia intendere di non aver ricevuto alcuna formale richiesta di grazia.

L'articolo prosegue subito dopo

Termina con un invito rivolto a tutte le forze politiche affinchè superino i contrasti per portare avanti questo Governo, ora che c’è un minimo di ripresa economica.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*