Pelè compie 76 anni il 23 ottobre

Sport

Pelè compie 76 anni il 23 ottobre

Il 23 ottobre 1940, 76 anni fa, nasceva a Três Corações, nello Stato di Minas Gerais, in Brasile, Edson o (Edison) Arantes do Nascimento, conosciuto al mondo con lo pseudonimo di Pelè – un soprannome che gli aveva dato un suo compagno di scuola per prenderlo in giro, poiché Pilè era la pronuncia sbagliata che il bambino di allora dava al cognome di un portiere chiamato Bilè, a cui lui gridava sempre: “Prendila (la palla) Bilè!”. In realtà il leggendario campione calcistico ed ora dirigente sportivo ha sempre preferito essere chiamato con il suo vero nome, datogli in onore dello scienziato ed imprenditore statunitense Thomas Alva Edison (Milan, Ohio, 11 febbraio 1847 – West Orange, New Jersey, 18 ottobre 1931), l’inventore della lampada a incandescenza – che fu nominato dalla celebre rivista Life una delle “100 persone più importanti negli ultimi 1000 anni”, la cui lampada “illumina il mondo” –.

Pelè – chiamato per la sua straordinaria bravura anche O Rei (Il Re), O Rei do Futebol (Il Re del Calcio) o ancora Pérola Negra (Perla Nera, in riferimento al colore della sua pelle) -, è figlio dell’ex calciatore e dirigente sportivo Dondinho (all’anagrafe João Ramos do Nascimento), il quale fu costretto prematuramente a chiudere la propria carriera a causa di un infortunio al ginocchio.

Eterno rivale ma estimatore di Maradona (El Pibe de Oro, il Ragazzo d’Oro) per il titolo di più grande calciatore di tutti i tempi, è l’unico al mondo ad aver vinto tre Campionati mondiali: nel 1958, nel 1962 e nel 1970 con la Nazionale brasiliana.

Il suo gol alla Svezia nella finale del 1958 è considerato il terzo più grande gol nella storia della Coppa del Mondo FIFA e primo in una finale di un campionato del mondo. Pelè detiene il record di reti realizzate: 1281 in 1363 partite, mentre ufficialmente ne ha segnate 761 in 825 incontri con una media di 0.92 gol a partita.

Dopo la vittoria finale di Coppa del mondo del 1970, il Sunday Times, il celebre giornale distribuito nel Regno Unito e in Irlanda, intitolava addirittura “How do you spell Pelé? G-O-D” (Come si scrive Pelé? D-I-O).

Il grande attaccante sudamericano fa parte della National Soccer Hall of Fame, il museo calcistico statunitense senza fini di lucro che celebra i calciatori, gli allenatori, i giornalisti, i dirigenti ed altre figure, anche straniere, che abbiano contribuito notevolmente all’immagine del calcio negli USA. Inoltre il settimanale statunitense Time annovera Pelè nella sua classifica dei “100 Heroes & Icons” del XX secolo.

Egli è stato anche dichiarato “Tesoro nazionale” dal presidente nazionalista del Brasile Jâni Quadros (Campo Grande, 25 gennaio 1917 – San Paolo, 16 febbraio 1992) e, nel luglio 2011, “Patrimonio storico-sportivo dell’umanità”. Dal 2010 ricopre la carica di presidente onorario dei New York Cosmos, una società professionistica calcistica che ha appunto sede a New York.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...