Posizione migliore in base alla forma del suo pene COMMENTA  

Posizione migliore in base alla forma del suo pene COMMENTA  

POSIZIONI MIGLIORI PER LE VARIE FORME DEL PENE.
POSIZIONI MIGLIORI PER LE VARIE FORME DEL PENE.

Quali sono le posizioni migliori per provare piacere in base alla forma del pene del nostro partner? Scopriamolo insieme con questo articolo.

Ogni uomo è diverso e possiamo dire assolutamente la stessa cosa per la forma del suo pene. Il pene è l’organo genitale esterno insieme ai testicoli ed è la parte maschile che va in erezione. Durante l’erezione il pene può avere una forma diversa che potremmo classificare con alcuni nomi diversi. Non tutte le forme del pene sono fatte per tutte le posizioni sessuali; ci sono infatti delle posizioni che possono risultare scomode in base alla forma del pene. Scopriamo insieme una piccola classificazione delle forme più comuni.


Le forme del pene e le posizioni più comode sono queste:

PENE A CONO: il pene a cono ha una forma più larga verso l’attaccatura al pube e la parte finale più a punta. La posizione migliore da provare con questo tipo di pene e quella della “Pecorella“. Questa è una posizione istintiva e animalesca, dove l’uomo da dietro prende la donna appoggiandosi ai suoi fianchi o ai suoi seni. È molto adatta per la forma del pene a cono poichè risulta più delicata nelle pareti interne della donna.


PENE CURVO: il pene curvo ha un’estremità molto grossa e la punta è leggermente storta rispetto agli altri tipi di peni. La posizione migliore da provare è quella del “Collare di Venere in piedi“. In questa posizione la donna è seduta su una base e l’uomo in piedi carica le gambe della partner sulle sue spalle. La posizione del pene penetra in modo profondo e può portare subito l’uomo a trovare il Punto G della compagna.


PENE A BANANA: il pene a banana è molto largo nella parte centrale ma più corto alle estremità. La posizione da provare è sicuramente quella del “Collare di Venere” dove a differenza di quella in piedi, la donna si trova sdraiata con le gambe appoggiate sulle spalle del partner. In questo modo le pareti interne della donna sono molto stimolate e si può raggiungere facilmente il Punto G.

L'articolo prosegue subito dopo


PENE A MATITA: il pene a matita è lungo e simmetrico e non troppo largo. La posizione migliore è quella dell'”Agguato” dove la donna si appoggia a una superficie alta e l’uomo la può penetrare da dietro. In questo modo la donna si muove comodamente e l’atto diventa molto sensuale e animalesco.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*