Ruota dell’Eur: dopo 8 anni torna a illuminarsi COMMENTA  

Ruota dell’Eur: dopo 8 anni torna a illuminarsi COMMENTA  

Dopo la chiusura nel 2008, nasce a nuova vita il Parco Divertimenti Luneur di Roma: tutto nuovo per un divertimento sicuro destinato solo ai bambini piccoli

Finalmente Roma riacquista il suo Luna Park! E lo fa con l’inaugurazione ufficiale di Luneur, tutto nuovo, ad eccezione del suo simbolo storico, ovvero la ruota panoramica. Era il 2008 quando le luci si sono spente, la musica ha smesso di risuonare nell’aria ed il profumo di zucchero filato è diventato solo un pallido ricordo. Un vero peccato, dato che si trattava della struttura più antica d’Italia, costruita addirittura nel 1953.


Il nuovo parco divertimenti romano punta coraggiosamente ad accontentare solo i più piccoli, in particolare la fascia d’età che arriva a 12 anni, scegliendo in questo modo di accogliere e privilegiare le famiglie invece degli adolescenti, che normalmente sono il pubblico più “appetitoso” per le attrazioni di questo tipo. Il personale, però, è composto da un centinaio di giovani e tra loro anche molte donne, per un tocco “rosa” che davvero non guasta.


Dopo l’oblio, le interminabili beghe legali e le immancabili pastoie burocratiche, la svolta è arrivata circa un anno fa, con la presa in gestione dei lavori di ristrutturazione da parte di Eur SPA, vincitrice della gara d’appalto, alla quale, peraltro, era stata l’unica a partecipare.


Luneur è stato studiato all’insegna dell’innovazione e della sicurezza: oltre alle attrazioni di concezione moderna che rispettano tutti gli standard più rigidi, verranno introdotti, ad esempio, dei braccialetti da far indossare ai bambini che, grazie alla geo localizzazione, eviteranno che si possano perdere tra le giostre, sfuggendo al controllo dei genitori. Non mancheranno anche attività educative di diverso genere e il Cinema che ospita proiezioni in 3D.

L'articolo prosegue subito dopo


Il Parco si trova in via delle Tre Fontane 100 a Roma, naturalmente nel quartiere Eur.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*