Separazione e nuove relazioni

Matrimonio

Separazione e nuove relazioni

La separazione è diversa dal divorzio ma molti decidono comunque di frequentare altre persone se sono certi che il divorzio sia inevitabile. Ci sono tuttavia alcune cose da prendere in esame se si sceglie di frequentare qualcuno in questo periodo soprattutto se ci sono dei figli di mezzo.

Separazione giudiziale
Molte coppie sfruttano la separazione giudiziale per vedere se il matrimonio può essere salvato. Le due parti si accordano per darsi un periodo di pausa in cui vivranno separati come se fossero già divorziati, in questo periodo è sconsigliato frequentare altre persone dato che entrambi dovrebbero concentrarsi sulle migliorie da apportare al matrimonio.

Divorzio
Se una coppia decide che la separazione deve portare al divorzio una o entrambe le parti possono decidere di frequentare altre persone in attesa del divorzio. La persona che inizia una nuova relazione potrebbe incontrare difficoltà nell’affidamento dei figli o nella concessione degli alimenti.

Conseguenze per le donne
Se una donna durante la separazione/divorzio frequenta un altro il suo quasi ex-marito potrebbe usare questa informazione per screditarla in qualità di madre dei suoi figli e permettere al giudice di affidare la custodia dei figli al padre.

Conseguenze per gli uomini
Se un uomo separato dalla moglie frequenta un altra donna, la moglie può far dichiarare questa situazione come un indole pregressa e chiedere al giudice degli alimenti più alti.

Quando frequentare altre persone
Ogni paese ha dei regolamenti a sé su quando è possibile cominciare a frequentare un altra persona ma è in genere preferibile attendere il divorzio per iniziare una nuova relazione.

Ogni coppia può decidere quanto tempo prolungare la separazione e se è possibile frequentare altri ma il divorzio è un processo emotivo oltre che legale. Per evitare inutili battaglie in aula concludete una relazione prima di iniziarne un altra.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche