Sergio Leone Restaurato allo Spazio Oberdan

Cinema

Sergio Leone Restaurato allo Spazio Oberdan

Presso la Sala Alda Merini – Spazio Oberdan della Provincia di Milano, domenica 17, 24 e 31 marzo, Fondazione Cineteca Italiana propone i due più grandi capolavori di Sergio Leone in edizione restaurata.

Anche chi non ha mai visto il capolavoro di Sergio Leone C’era una volta in America conosce una delle sue battute più celebri, quella in cui Robert De Niro (Noodles nel film) risponde al vecchio amico Fat Moe (Larry Rapp) che gli chiede cos’abbia fatto nei tanti anni in cui si sono persi di vista: «Sono andato a letto presto», dice Noodles, parlando più che altro a se stesso. Epico, struggente, leggendario, il film, presentato per la prima volta al festival di Cannes del 1984, ritorna nell’«extended version», lunga 26 minuti di più, che nessuno aveva mai visto.

Storia dell’apprendistato delinquenziale di due gangster nella New York degli Anni Trenta, C’era una volta in America subì, fin dalla prima uscita, amputazioni efferate.

A Cannes arrivò una copia ridotta dallo stesso Leone alla durata di 3 ore e 49 minuti, per il mercato americano fu confezionata un’altra versione lunga 2 ore e 19 minuti.

Il restauro, finanziato da Gucci e dalla Film Foundation di Martin Scorsese, realizzato dalla Cineteca di Bologna, restituisce all’opera il respiro da epopea con cui era stata concepita, reinserendo sei blocchi di scene ritrovate. Una cavalcata nel segno del grande cinema dove s’intrecciano, tra passato e presente, memorie della giovinezza di strada e scuola della violenza, nostalgia del primo amore e impossibilità di viverlo, amicizia tradita e rimorsi tardivi di chi, un po’ per caso e un po’ per scelta, ha vissuto un’intera vita da impiegato del crimine.

Oltre a C’era una volta in America, è in programma l’altro grande capolavoro di Sergio Leone, C’era una volta il West, anche questo in copia restaurata. Film epico, di grande respiro visivo (che solo su grande schermo può essere apprezzato), C’era una volta il West è un formidabile omaggio al western classico di cui allo stesso tempo costituisce il superamento attraverso una scrittura filmica trasgressiva ed estremante moderna.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche