“Sono musulmano e voglio aiutare i feriti della strage di Orlando” COMMENTA  

“Sono musulmano e voglio aiutare i feriti della strage di Orlando” COMMENTA  

Un uomo d’affari (Mahmoud ElAwadi) che vive nella città di Orlando, ma che è originario dell’Egitto (di Mansura), ha maturato l’idea di aiutare concretamente le persone ferite della terribile strage al Pulse, locale gay, dove un uomo di origine afgana (Omar Mateen), ha aperto il fuoco uccidendo una cinquantina di persone e ne ha ferite 53, inneggiando allo Stato islamico.

Mahmoud ha pubblicato un post sui social network che sta facendo il giro della Rete, diventando virale. Ha affermato di essere molto orgoglioso del fatto di essere un americano musulmano, e di stare osservando il Ramadan, e questo come numerosi musulmani qui a Orlando. Ha inoltre affermato di non potere mangiare e bere niente di giorno, ma ha deciso ugualmente di donare il sangue per aiutare le persone ferite. Ha aggiunto di essere molto arrabbiato per tutto quello che è successo e per le vittime innocenti del terribile attentato.

Mahmoud ElAwadi ha evidenziato nel post (che è stato ricondiviso 180.000 volte), che ha visto la grandezza di questa nazione dove migliaia di persone aspettavano sotto il sole cocente, il proprio turno per poter donare il sangue.

Poi ha affermato che saremo sempre insieme per combattere l’odio, il razzismo, l’estremismo e il terrorismo.

Leggi anche

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*