Sparatoria in California, 5 morti e molti feriti: killer progettava strage di bimbi

Sparatoria in California, 5 morti e molti feriti: killer progettava strage di bimbi

News

Sparatoria in California, 5 morti e molti feriti: killer progettava strage di bimbi

Sparatoria in California

Secondo quanto viene riportato dai media locali, ad aprire il fuoco sarebbe stato un uomo che ultimamente si allenava sparando migliaia di pallottole.

Sparatoria in California, l’ennesima negli Usa dopo quella in Texas e a Las Vegas, ma questa volta l’obiettivo principale erano i bambini di una scuola elementare. La sparatoria in California è avvenuta presso la scuola elementare a Rancho Tehama, in California: almeno 5 persone sono state uccise e molti studenti sono rimasti feriti. Secondo quanto viene riportato dai media americani gli scolari feriti sono stati trasportati in elicottero negli ospedali dell’area. Secondo la polizia l’obiettivo dell’uomo era fare una strage di bambini.

Sparatoria in California

Secondo quanto viene riportato dai giornali americani, fra i feriti della sparatoria in California ci sono un bambino di due anni, al quale il killer ha sparato due volte, e un altro bambino raggiunto da un colpo alla gamba. E’ stato subito invece trasportato in ospedale con ferite da arma da fuoco anche un uomo di 30 anni. Secondo quanto ha riferito un residente della cittadina, che conta circa 1.500 abitanti, ad aprire il fuoco sarebbe stato un suo vicino di casa, che negli ultimi tempi “ha sparato centinaia, migliaia di pallottole.

L’avevamo detto che quel tipo era fuori di testa e che prima o poi sarebbe successo qualcosa”. Al momento, la polizia americana non ha ancora confermato l’identità dell’uomo, così come non è riuscita ancora a comprendere il motivo che ha indotto il killer a colpire una scuola elementare.

Killer puntava ai bimbi

Secondo quanto viene riportato dai giornale statunitensi, la polizia starebbe cercando di comprendere il motivo che ha indotto il killer che ha colpito la scuola elementare di Rancho Tehama, in California, e se era realmente intenzionato a fare una strage entrando nelle classi e uccidendo gli studenti. Intanto, le forze dell’ordine hanno anche sottolineato che, fra le vittime, c’è la donna che aveva in precedenza accusato il killer di aver tentato di accoltellarla.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche