Storia degli Olmechi

Guide

Storia degli Olmechi

La civiltà olmeca era una delle civiltà più antiche e più influenti del Mesoamerica. Essi svilupparono una cultura e una società complesse e importanti, e furono gli autori di molte pratiche fondamentali che avrebbero influenzato il futuro delle diverse culture indiane del Mesoamerica, come i Maya e gli Aztechi.

Gli Aztechi li chiamavano i “nahuatl”, mentre il riferimento moderno è Olmecatl o Olmechi, che significa il “popolo di gomma” o “gente del paese di gomma.” Questo nome deriva dal fatto che essi estraevano regolarmente lattice dagli alberi della gomma (Castilla elastica) che popolavano la regione in grande quantità e la mescolavano con il succo di una vite locale.

Questi asiatici cacciatori-raccoglitori che arrivarono dal Nord America attraverso lo Stretto di Bering, che si era congelato in un ponte di ghiaccio dopo l’ultima era glaciale, andarono a insediarsi sulla costa del Golfo del Messico meridionale. (aree oggi conosciute come gli stati di Veracruz e Tabasco) Questo insediamento potrebbe essere di poco sud-est rispetto a dove era stato una volta individuato il cuore dell’impero azteco.

La grande area urbana degli Olmechi era San Lorenzo Tenochtitlan, che a quel tempo era la più grande città del Mesoamerica.

Gli storici ritengono che consisteva di migliaia di persone che avevano accesso all’acqua, a irrigazioni, sistemazioni elaborate per la classe superiore e ad alloggi più semplici per la classe media e i poveri. Altri sitidegli Olmechi erano Laguna de los Tres Cerros e Zapotes. Queste aree erano quello che oggi è conosciuto come il Messico meridionale. La città di La Venta, di cui il progetto urbanistico sarebbe stato ripreso da società future, fu costruito più tardi, dopo il declino di San Lorenzo Tenochtitlan.

Un altro aspetto di queste società, è stata l’istituzione della rete commerciale estesa che gli Olmechi elaborarono in rotte che si estendevano dal nord-ovest della Valle del Messico a sud-est nelle parti del Centro America. Inoltre, furono i creatori di quella che è considerata essere una delle più belle opere d’arte mai prodotte nell’antica America, uno stile sofisticato e unico che ha portato, in particolare, 17 colossali teste di pietra intagliate dal basalto vulcanico. Si andava da un’ altezza di 5 piedi a 11 piedi e pesanti più di venti tonnellate.

Altri reperti Olmechi scoperti avrebbero rivelato che crearono anche oggetti con materiali preziosi come giada e serpentina; materiali che richiedevano una grande quantità di abilità nella scultura.

Ancora altre influenze filtrate a culture successive furono un calendario utilizzato in Messico per secoli, un gioco con una palla rituale popolare tra gli Aztechi, la loro astronomia, e i riti religiosi e le pratiche che includevano salassi e sacrifici umani.

Come i primi abitanti del Messico, gli Olmechi dominarono in Mesoamerica. Da circa il 1200 a.c al 400 a.c la loro civiltà fiorì. Poi scomparvero senza lasciare tracce.

Non si sa esattamente il perché, ma una teoria è che essi non avessero abbastanza cibo a causa dei cambiamenti climatici in corso nel periodo. Un’altra teoria è che un gruppo di persone abbia guadagnato il controllo su di essi.

In qualsiasi caso le scoperte continuano ad essere portate avanti da archeologi che puntano al loro ruolo di primo piano nell’ aver modellato molte delle civiltà che sono seguite.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*