Tatuaggi: rischi e problemi

Tatuaggi: rischi e problemi

Donna

Tatuaggi: rischi e problemi

Tatuaggi: rischi e problemi
Tatuaggi: rischi e problemi

Prima di fare dei tatuaggi, molti preferiscono informazioni sui possibili rischi e problemi a cui si vanno incontro. Ecco alcuni consigli utili

Spesso vediamo in giro molte persone disinformate, farsi dei tatuaggi di dimensioni piccole o grandi. Ormai è diventata una moda e una pratica comune. Prima di fare un tatuaggio, gli strumenti sono soggette a igiene sanitario, poiché si trattano di piccoli interventi chirurgici.

Prima di fare un tatuaggio, fate attenzione se il tattoo shop abbia le condizioni igieniche a norma e se il tatuatore è un professionista.

Quando si fanno dei tatuaggi, viene impresso sulla pelle, sui primi strati dell’epidermide, dei pigmenti colorati tramite alcuni aghi. Proprio per questo motivo, l’igiene di tale strumentazione deve essere adeguata.

Ogni negozio deve avere dei macchinari per la sterilizzazione degli strumenti da tattoo. Anche l’interno del negozio deve essere sterilizzato e con delle piastrelle uguali a quelle mediche, per una profonda pulizia.

Prima di sottoporvi al tatuaggio, parlate con il tatuatore e verificate con i vostri occhi l’ambiente che vi circonda.

Alcune persone possono avere delle reazioni allergiche dovuta all’uso di alcuni strumenti, inchiostro del tatuaggio o anche al lattice, materiale composto dai guanti monouso che usano i tatuatore.

Fate un test di allergia prima di affrontare il rischio sulla propria pelle dopo un tatuaggio.

Se riscontrate una reazione allergica, essa si manifesta con un senso di prurito o arrossamento nella zona dove avete fatto il tatuaggio.

Non è un gravissimo problema, poiché è una reazione normale. Per una cura adeguata, chiedete consiglio al vostro dermatologo.

Se avete la pelle delicata e sensibile, informate immediatamente il vostro tatuatore che provvederà a usare dei prodotti specifici durante la seduta.

Il rossore durerà solo per un paio di giorni ma è bene prendersi cura del tatuaggio con le dovute raccomandazioni fatte dal tatuatore.

C’è il rischio che si incorra in una infezione visto che il tatuaggio in se è una ferita aperta e ce la probabilità che possano penetrare dei batteri, virus o funghi.

Dopo il tatuaggio, bisogna coprire immediatamente la zona. Non toccare con mani sporche il tatuaggio e lavarsi accuratamente l’area con abbondante acqua e sapone neutro.

Quando si ha un’infezione, la zona inizia a gonfiarsi, creando rossore e pus con vari dolori. Viene applicata una pomata antibatterica per la guarigione ma è sempre bene fare una visita dal medico per un’accurata cura.

Se gli strumenti non sono stati igienizzato bene, si rischia comunque di incorrere in varie malattie infettive come l’HIV, Tetano, Epatite B e C. È raro avere queste infezioni ma meglio accertarsi del luogo dove si va a farsi un tatuaggio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche