Terremoto M 4.1 tra Umbria, Toscana e Lazio, paura tra la gente COMMENTA  

Terremoto M 4.1 tra Umbria, Toscana e Lazio, paura tra la gente COMMENTA  

Paura terremoto poco fa nel centro Italia. Una forte scossa, di magnitudo 4.1 della scala Ricther, è stata registrata dai sismografi dell’Ingv, ed avvertita nettamente dalla popolazione, tra Umbria, Toscana, Lazio ed Abruzzo. Il sisma particolarmente intenso poichè superiore alla magnitudo 4, ha avuto il suo epicentro nella provincia di Terni, a Castel San Giorgio, ed un ipocentro superficiale, di soli 15 Km. Per questo la scossa è stata distintamente avvertita dalla gente, provocando scene di panico e paura, con migliaia di persone in fuga dalle proprie case, correndo in strada per il rischio di possibili crolli.

Leggi anche: Terremoto centro Italia: nuova scossa M 3.2 nel Maceratese


Tantissime sono le segnalazioni giunte in questi minuti, anche dalla zona di Orvieto e da tutta l’Umbria sud occidentale e la bassa Toscana, con particolare attenzione per l’area del lago di Bolsena, dove il terremoto è stato ben avvertito.

Leggi anche: Nuovo terremoto ad amatrice: scossa 3.5 avvertita distintamente

Si attendono ulteriori dettagli in merito a possibili danni a cose o persone.

Leggi anche

Michelle Thomson: "violentata a 14 anni". La deputata racconta
Esteri

Michelle Thomson: “violentata a 14 anni”. La deputata racconta

Durante un dibattito sulla violenza sulle donne emerge una testimonianza: una deputata scozzese racconta di essere stata vittima di violenze sessuali quando aveva 14 anni   Una testimonianza che ha lasciato tutti a bocca aperta, testimonianze emersa a Westminster durante  un dibattito contro la violenza sulle donne. La racconta una deputata scozzese, e dil racconto inizia così: "Quando avevo 14 anni venni violentata. E come accade di solito, è stato qualcuno che conoscevo". Comincia proprio così il toccante racconto della deputata Michelle Thomson, la donna 51enne che ha trovato la forza di raccontare presso la Camera dei Comuni la sua Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*