Usa, catturato il killer 37 enne delle sparatorie in Maryland e Delaware
Usa, catturato il killer 37 enne delle sparatorie in Maryland e Delaware
Esteri

Usa, catturato il killer 37 enne delle sparatorie in Maryland e Delaware

killer
Catturato il giovane killer 37enne, autore di una sparatoria nella giornata di ieri negli stati americani del Maryland e del Delaware.

Catturato il giovane killer 37enne, autore di una sparatoria nella giornata di ieri negli stati americani del Maryland e del Delaware.

Siamo nuovamente ad Edgewood, Harford County, vicino Baltimora, nel Maryland, USA. Luogo della sparatoria avvenuta ieri in data 18 Ottobre. Il killer, un uomo di 37 anni, è stato identificato nella persona di Radee Labeeb Prince ha aperto il fuoco con un fucile su 5 persone. Il luogo della sparatoria era un complesso che ospitava gli uffici di alcune aziende.

Immediata nella giornata di ieri la mobilitazione delle forze dell’ordine che in poco tempo hanno riconosciuto nel pluriomicida il giovane Radee Labeeb Prince. Delle 5 vittime della sparatoria, 3 hanno trovato la morte; altre 2 sono rimaste fortunatamente vive, riportando solo delle ferite. Non si conoscono i moventi che abbiano spinto il giovane killer a fare fuoco.

Le azioni del Killer

Si sospetta un regolamento di conti tra colleghi di lavoro o per eventuali problemi finanziari legati al killer 37enne. Al momento la polizia della contea di Harford e gli adenti del FBI indagano sulle motivazioni del gesto.

Dopo aver compiuto l’atto, Radee Labeeb Prince si è allontanato con l’auto, ancora armato e si è diretto verso una seconda località.

Precisamente a Wilmington, nel Delaware, uno stato federale vicino al Maryland. Qui il pluriomicida ha raggiunto qualcuno: la sua sesta vittima, un uomo, a cui è riuscito a sparare, ferendolo gravemente, ma senza ucciderlo per fortuna. A confermare questa notizia alla stampa sono state la polizia della contea di Harford e quella della contea di Wilmington.

La fuga e la cattura

Secondo il racconto della polizia, il killer 37enne, dopo la sparatoria si sarebbe disfatto dell’arma e si sarebbe dato alla fuga a piedi. I poliziotti sono riusciti a catturarlo nella notte tra Mercoledì (18 Ottobre) e Giovedì. Al momento è trattenuto in prigione, in custodia degli agenti di polizia. Per lui si prepara un doppio processo nei tribunali di stato del Delaware e del Maryland: ciò a causa dei due episodi di violenza perpetrati in due stati USA dal killer.

La polizia della contea di Wilmington nel Delaware (USA) indaga sulla vicenda, sostenendo la pista che le azioni del killer non fossero atti casuali di violenza esplosi in un attimo di follia.

Si crede infatti che siano stati atti bene studiati e meditati: non si tratterebbe dunque di vittime casuali, ma di veri e propri bersagli. Una azione pianificata dal killer.

Le 3 vittime

Nel frattempo le 3 vittime del killer di Baltimora sono state identificate: si tratta di Bayarsaikhan Tudev, 53 anni, dello stato della Virginia; di Jose Hidalgo Romero, 34 anni, originario della città di Aberdeen, nel Maryland; di Enis Mrvoljak, 48 anni, della città di Dundalk, nel Maryland. I tre lavoravano negli uffici della Advanced Granite Solutions, una azienda che si occupa della produzione di manufatti in marmo per interni. Non si conoscono i motivi alla base dell’atto criminale da parte del killer. Forse davvero la soluzione del movente è quella di un regolamento di conti sul posto di lavoro.

Si attendono ulteriori sviluppi nelle indagini per conoscere quali siano le motivazioni di un così violento gesto.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche