Vergogna al Salone del Libro: impedito con le cariche l’accesso a studenti accreditati

20120510-203137.jpg

Torino – Impedire l’ingresso a un gruppo di universitari, regolarmente in possesso per gli accrediti al Salone del Libro, oltre che un controsenso, è scandaloso. Impedire l’accesso a un evento culturale a degli studenti può succedere solo in Italia.

Leggi anche: Omicidio Yara: i sospetti degli inquirenti su due quietanze di Bossetti tenute nascoste

Evidentemente il ministro Profumo ha paura delle contestazioni o semplicemente teme qualche domanda imbarazzante. Del resto è troppo comodo rispondere nei salotti televisivi con domande ampiamente concordate.

Leggi anche: Una voragine gigantesca si apre in spiaggia e “inghiotte” campeggio e automobili

Questi i fatti: Profumo doveva prendere parte al convegno “Avere vent’anni oggi”,guarda caso l’età degli studenti universitari, non certo quella di Profumo i cui 20 anni sono un lontano ricordo.

Un gruppo di 50 studenti, accrediti alla mano, si è presentato all’ingresso. Di andarsene gli studenti non volevano saperne così, la polizia ha effettuato una carica.

L'articolo prosegue subito dopo

Un ragazzo è rimasto ferito. Non solo, quanti avevano fatto la registrazione on line per avere l’accredito, hanno appreso che i loro nominativi sono stati trasmessi alla polizia perché ritenuti appartenenti a frange di violenti. Complimenti a chi, riempiendosi la bocca con la parola cultura, ha impedito agli studenti di prendere pare al convegno.

Leggi anche

circoncisione
Attualità

Circoncisione: neonato muore dopo operazione in casa

Neonato ghanese muore in seguito a un'infezione causata da una circoncisione casalinga. La madre del bimbo iscritta nel registro degli indagati. Non aveva nemmeno due mesi, il piccolo Henry, quando i medici del 118 hanno cercato invano di salvargli la vita. Figlio di una coppia ghanese di fede musulmana, il bimbo è morto in ospedale dopo essere stato soccorso in condizioni già gravissime. A causarne il decesso una grave infezione in seguito a una circoncisione in casa. Il fenomeno della circoncisione è tutt’oggi molto diffuso nelle comunità musulmane ma, a differenza delle comunità ebraiche, esso spesso avviene senza il supporto Leggi tutto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*