Vischio: significato natalizio e classico

Cultura

Vischio: significato natalizio e classico

Il vischio come emblema delle festività natalizie: un portafortuna per scacciare le malvagità, le disgrazie e la malattia, un vero dono della tradizione celtica

Si sa che per ogni ricorrenza natalizia, il vischio è un must have che non deve assolutamente mancare all’interno delle nostre case addobbate con ogni decorazione tipica della festività natalizia. Il popolo celtico considerava il vischio come una pianta sempreverde sacra, divina e secondo le dicerie popolari “cresce dove c’è il fulmine“.

Il vischio è una pianta che si distingue per il suo colore verde brillante, è una specie vegetale cespugliosa che si annovera alla famiglia delle Viscacee, sebbene sia presente tutto l’arco annuale, la sua presenza è pedissequa durante la stagione invernale, in particolare nel periodo del Bianco Natale. La pianta del vischio ha fiori di colore giallo intenso e i frutti sono delle bacche di colore bianco-giallognolo. Tradizionalmente il vischio è una varietà floristica coltivata per fini ornamentali e per utilizzi ai fini terapeutici, ecco perché lo rinveniamo in vendita presso le erboristerie come ingrediente per preparare squisite tisane e infusi con effetto rilassante e calmierante.

Come abbiamo già citato, il vischio era considerato dalle popolazioni nordiche di origine celtica, una pianta sacra alle divinità e, ancora oggi, la consideriamo come tale. La tradizione scandinava, successivamente tramandata in tutto il mondo, vuole che l’anno nuovo venga salutato con un bacio sotto ai rami del vischio. L’emblema della sacralità si è tramandato nel corso dei millenni fino a noi: non a caso per molte popolazioni, il vischio continua ad essere una varietà colturale utile per “tenere lontane le malvagità, le disgrazie e le malattie”. Ma, non solo, il vischio è il simbolo per augurare un Felice Natale, ecco perché viene donato a persone care a cui vogliamo davvero bene, come dono affettuoso.

Nella nostra penisola italiano siamo soliti ad ornare la nostra abitazione con rami di vischio in occasione delle festività al fine ultimo di proteggere in tal modo noi stessi dalle malattie, disgrazie e cattiverie altrui. Permane, dunque, l’emblema del vischio come una sorta portafortuna scaccia disgrazie.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Loading...