×

10 luglio 1925: Comincia il Processo della scimmia

default featured image 3 1200x900 768x576
John Scopes

Il giovane John Thomas Scopes, 24enne supplente di biologia, probabilmente non immaginava cosa avrebbero comportato quelle sue lezioni sulla Teoria dell’evoluzione di Charles Darwin, nel liceo di Dayton, piccola cittadina nel cristianissimo stato meridionale del Tennessee. Violando il Tennessee’s Butler Act, la legge che proibiva l’insegnamento di tale teoria in tutte le scuole dello stato, entrò nel mirino di William Jennings Bryan, leader dei fondamentalisti cristiani, dell’idea che «Tutti i mali di cui soffre oggi l’America si possono far risalire alla teoria dell’evoluzione.

Sarebbe meglio distruggere tutti i libri che sono stati scritti e salvare unicamente i primi tre versetti della Genesi.». Portato in tribunale, dove fu difeso dall’American Civil Liberties Union, John Scopes fu giudicato colpevole e condannato a pagare una multa di 100 dollari. Il Monkey Trial (Processo della Scimmia), come venne soprannominato dalla stampa, catalizzò l’attenzione nazionale, in un paese dove lo scontro tra creazionisti ed evoluzionisti continua ancora oggi più acceso che mai.

Contents.media
Ultima ora