×

34 suggerimenti per ottenere un posto di lavoro

Condividi su Facebook

Siete anche voi alla disperata ricerca di un lavoro? Eccovi un elenco di suggerimenti che possono facilitarvi la ricerca e magari portarvi al successo.

La crisi economica ha deciso di mettere le tende, in Europa e non solo. I tassi di disoccupazione sono aumentati e per giovani è sempre più difficile entrare nel mondo del lavoro, una volta finita la carriera universitaria. Ma non bisogna mai scoraggiarsi! Dal web persone che ce l’hanno fatta, che con la loro tenacia, danno consigli. Eccovi 34 suggerimenti per ottenere un posto di lavoro:

  1. Provaci sempre e non lasciarti scoraggiare: all’inizio ogni obiettivo ti sembrerà troppo in alto o gli altri ti faranno sentire inadeguata, ma non bisogna scoraggiarsi e proseguire secondo gli intenti.
  2. Manda più curricula in giro: aspettarsi che uno e uno solo sia il tentativo giusto da fare è come credere nel Principe Azzurro! Meglio rispondere a più annunci per avere più chance che qualcuno risponda.
  3. Cura ogni curriculum che mandi: scrivere una lettera di presentazione particolare da affiancare a ogni curriculum aiuta a farti notare.

    Se sottolinei i tratti che più possono interessare all’azienda puoi risultare più interessante di un anonimo curriculum.

  4. Cerca lavoro anche prima di laurearti: alcune aziende sono disposte ad assumere anche laureandi. Inizia a cercare per tempo, così al momento della laurea avrai già esperienza.
  5. Cerca anche lavoretti estivi: anche se stai ancora studiando o se stai cercando un lavoro duraturo, cerca anche lavoretti estivi. Oltre a tamponare la momentanea crisi monetaria, ti daranno sempre un’esperienza in più.
  6. Cerca i siti per cercare lavoro più adatti a te: i più conosciuti sono Indeed o LinkedIn, ma non è detto che tutto passa da loro. Prova a cercare se alti siti raccolgono proposte che possono interessarti di più.
  7. Impara a usare LinkedIn alla perfezione: non basta iscriversi e cercare le offerte.

    Seguire le aziende che più interessano, stringere legami e farsi aiutare a farsi notare dagli amici può essere utile nello spargere la voce e notare più possibilità.

  8. Chiedi negli uffici di inserimento al lavoro della tua scuola o parla col tuo professore: la scuola avrà sicuramente maggiori contatti con aziende disposte ad assumere nuovi laureati. Il tuo professore, d’altra parte, può conoscere posti in cui ci sia bisogno di te e mettere una buona parola.
  9. Guarda i siti messi a disposizione dallo Stato e dalle Regioni per cercare lavoro: Clicklavoro e Garanzia Giovani sono al servizio di chi cerca lavoro a livello nazionale. Poi ogni Regione ha il proprio portale per la ricerca del lavoro.
  10. Leggi attentamente le caratteristiche richieste per ogni lavoro: notare che l’azienda cerca un qualcosa in particolare può aiutarti a scartare l’offerta, se non interessante, o a valorizzare i tuoi punti forti nella lettera di presentazione.
  11. Regolati in base a quanto studiato a scuola per scegliere una professione: può darsi che, nonostante la propria passione sia il latino, in matematica non si era tanto male e un posto da contabile non è da scartare!
  12. Fai correggere da qualcuno il tuo curriculum prima di inviarlo: refusi ed errori possono capitare, ma sarebbe opportuno eliminarli prima di mandarlo in giro.

    Far leggere il proprio curriculum a qualcuno di fiducia può essere una soluzione.

  13. Se parli altre lingue riportalo nel curriculum: (evitando, magari, il francese studiato solo alle medie e di cui ora ricordi solo uno sbiadito “Bonjour”)
  14. Chiama le aziende: se hai mandato un curriculum via mail e ancora non hai ricevuto risposta chiama l’azienda e fai pressione. Così l’azienda capirà che tieni davvero a quel posto.
  15. Chiedi in giro: “avere delle conoscenze” non è tipico solo delle cosche mafiose. Se hai amici di famiglia, parenti o professori che possono aiutarti chiedi loro di darti una spinta.
  16. Iscriviti a dei centri di impiego: parte del lavoro di ricerca potranno farlo al posto tuo.
  17. Cerca un’area geografica dove c’è più richiesta del lavoro che intendi fare: non si possono vendere ghiaccioli in Alaska, no?
  18. Fai volontariato: riuscire a farlo magari proprio facendosi notare da quell’azienda che interessa o almeno in un campo a loro affine non è male.
  19. Vai a ogni colloquio: anche se non si è più convinti del lavoro o se si ha già la certezza di fallire, andare ai colloqui aiuterà almeno a capire cosa fare esattamente per sembrare migliori.
  20. Prima di andare a un colloquio informati sull’azienda: risulterai preparato e informato, dando l’aria di essere davvero interessato al posto.
  21. Sii puntuale, amichevole, insistente e ottimista: in parole povere fai in modo di renderti desiderabile agli occhi dell’azienda.
  22. Se vieni criticato durante un colloquio mantieni la calma: mostrati interessato alle critiche mosse contro di te.

    Spesso può essere solo una prova di forza per testare la resistenza allo stress. Se così non è, potrai sfogarti appena fuori dall’ufficio.

  23. Sii onesto e usa le tue conoscenze per rispondere alle domande: questo è collegato al punto 20. Se ti prepari darai risposte migliori, ma se non si sa la risposta non conviene strafare.
  24. Manda una mail di ringraziamento dopo ogni colloquio: che sia andata bene o male, l’azienda ha usato il suo tempo per conoscerti. Ringraziare non fa mai male.
  25. Non accettare un lavoro che non ti entusiasma (qualsiasi sia la paga): prima di ogni cosa nella vita c’è la tua felicità. Si vive una volta sola e non si vive solo per lavorare.
  26. Resta concentrato sull’obiettivo: non si può essere subito direttore d’azienda, perciò è lecito fare il panettiere. Ma non dimenticare che è un modo per occupare l’attesa: l’obiettivo è lì che ti aspetta!
  27. Non ti spaventare per i lavoro a tempo pieno: è faticoso, occupa tutto il tuo tempo e da poco risultato all’inizio. Ma è un inizio!
  28. Fai un tirocinio durante il corso di laurea: può capitare che un’azienda ti trovi talmente utile da attendere con trepidazione che tu ti laurei per andare da loro!
  29. Partecipa attivamente al tirocinio: una volta che hai ottenuto il tuo tirocinio segui ogni iniziativa dell’azienda durante e dopo.
  30. Informati su cosa puoi fare durante il tirocinio: attento a non fare in modo che alcune aziende, avendoti come tirocinante, se ne approfittino e ti usino come schiavo personale.
  31. Se non puoi fare un tirocinio durante il corso di laurea cerca un lavoretto estivo: l’importante è tenersi sempre impegnati.
  32. Non dimenticare che questa è la tua opportunità per crearti nuove conoscenze: anche solo facendo un tirocinio o un lavoretto si può fare amicizia con quella tale persona che si prenderà a cuore la tua carriera.
  33. Cerca delle associazioni dedicate al lavoro nella tua scuola: spesso le associazioni scolastiche, specialmente quelle universitarie, possono offrire qualche piccolo sbocco sul mondo del lavoro.
  34. Vai a ogni “Career Day”: direttamente dall’America, anche qui da noi le università organizzano giornate per l’orientamento. Alcune aziende si mettono in mostra per i giovani che stanno per laurearsi e sono interessati a lavorare presso di loro. Durante queste giornate le aziende accettano molti curricula: magari il tuo è interessante!

Mai abbandonare le speranze. A lavoro!

I consigli degli esperti

Per comprendere il mondo del lavoro e le sue esigenze, Trovare lavoro oggi ovvero l’arte di presentarsi è ideale per realizzare una presentazione efficace e fare una buona impressione sul proprio capo. Una raccolta di consigli completi di esempi reali su come promuovere se stessi in poche parole e avere successo con il proprio capo e i colleghi.

Un volume che spiega come realizzare una presentazione efficace in qualsiasi contesto, che ci si debba presentare al proprio capo fino alla presentazione di fronte ai colleghi id università. Grazie alle tecniche di psicologia dell’apprendimento e della comunicazione, si descrivono gli strumenti e le risorse necessarie a fare una presentazione in pubblico.

Per una presentazione unica al proprio datore di lavoro ecco Come puoi essere unico e ottenere così il lavoro dei tuoi sogni: Come renderti irresistibile agli occhi del tuo futuro datore di lavoro che indica i fattori di successo per distinguersi da un comune dipendente. All’interno di questo manuale vengono illustrati i diversi modi per presentarsi ad un datore di lavoro durante un colloquio e sviluppare eventuali strategie per emergere.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:

Leggi anche