Arteriosclerosi: cause, sintomi e rimedi possibili - Notizie.it
Arteriosclerosi: cause, sintomi e rimedi possibili
Salute

Arteriosclerosi: cause, sintomi e rimedi possibili

In questo articolo vedremo cosa s'intende con il termine Arteriosclerosi e quali sono le cause e i sintomi che porta questa malattia.

Argomenti trattati

L’arteriosclerosi è l’iniziale e progressiva chiusura di un’arteria, una malattia cronica che interessa le arterie di medio e grosso calibro. Si riconosce dalla presenza di “placche” ovvero depositi di grasso nelle arterie.

Lo stadio normale di un’arteria è resistente ed elastica, ma per il passare del tempo o per altre cause queste due caratteristiche possono allentarsi, peggiorando.

In questo articolo vedremo la malattia in una visione generale, ma naturalmente prima di prendere rimedi in autonomia è sempre altamente consigliato sentire l’opinione di un dottore, per avere dati certi su cui operare.

Cause

Non si conoscono le cause in maniera precisa, ma ci sono alcuni comportamenti o predisposizioni che possono portare verso la malattia. La causa principale dell’arteriosclerosi è l’accumulo di grasso nelle pareti arteriose, e questo può essere provocato da placche di colesterolo e trigliceridi. Fattori che possono contribuire quindi sono: il colesterolo, il fumo, l’obesità, e l’ipertensione.

Negative sono abitudini come la sedentarietà sicuramente una buona dose di attività fisica può solo aiutare, se non si è già ad uno stadio avanzato della malattia, in questo caso il paziente dovrà sapere limitare le sue prestazioni in base all’insufficienza cardiovascolare.

Sintomi

I sintomi naturalmente cambiano dallo stadio in cui l’arteriosclerosi si trova, quindi ci sono sintomi più “leggeri” di avvertimento ed altri più pericolosi.

Fondamentalmente i sintomi sono causati da insufficienza arteriosa. Possono quindi esserci conseguenze come: infarto cardiaco (arterie coronarie), angina pectoris (coronarie parzialmente ostruite), o ictus cerebrale (arterie cerebrali ostruite).

La diagnosi spesso avviene dopo manifestazioni acute della malattia o tramite esami del sangue o elettrocardiogramma. I principali rischi dell’arteriosclerosi sono: Infarto e ictus. La presenza di placche nelle pareti arteriose aumenta il rischio cardiovascolare.

Rimedi

I farmaci che vengono utilizzati per arginare questa patologia sono chiamati ipolipidemizzanti. La classe di farmaci più utilizzata è quella mirata per abbassando i livelli nel sangue, sia del colesterolo, sia dei trigliceridi. Farmaci che naturalmente vanno sempre prescritti dal medico.

Anche il regime alimentare e lo stile di vita influenzano, soprattutto sul peggioramento o miglioramento della malattia. Una dieta bilanciata combinata alla giusta dose di sport può aiutare, se però è presente una vera e propria patologia, questi due “rimedi” non sono sufficienti, bisogna consultare un medico e intervenire professionalmente.

Non bisogna naturalmente avere il terrore di questa malattia e sfociare nell’ipocondria, ma è consigliabile fare dei controlli mirati se in famiglia sono stati presenti casi di Arteriosclerosi, essendo questa una patologia solitamente ereditaria, armeno per quanto riguarda la predisposizione.

Se riconosciuta in anticipo infatti possono essere prese delle precauzioni per ridurre la probabilità di sviluppare la malattia contrastandola con regimi alimentari corretti e attività mirate.

Se una persona invece è già “colpita” dalla patologia è bene consultare il medico per tenere i valori il più possibile sotto controllo.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche