×

Attacco kamikaze in Pakistan, sei vittime accertate: tre bambini uccisi

Attacco kamikaze in Paskistan: l’attentato ha comportato la morte di sei persone, tra le quali figurano anche tre bambini di 4, 8 e 11 anni.

attacco kamikaze in Pakistan

Attacco kamikaze in Pakistan: l’attentato ha comportato la morte di sei persone, tra le quali figurano anche tre bambini di quattro, otto e undici anni.

Attacco kamikaze in Pakistan, sei vittime accertate: tre bambini uccisi

Ancora un attacco kamikaze in Pakistan.

A quanto si apprende, l’attentato ha causato almeno sei vittime: di queste, tre risultano essere soldati dell’esercito mentre altre tre sono bambini di età pari a quattro, otto e undici anni. Poche ore dopo l’attentato, poi, due persone afferenti alla minoranza Sikh sono state uccise durante un agguato nel loro negozio.

L’attentato kamikaze che ha decretato l’uccisone di sei persone si è verificato nella serata di sabato 14 maggio nel distretto tribale del North Waziristan, situato nella provincia di Khyber Pakhtunkhwa, nel Nord-Ovest del Pakistan e in prossimità del confine con l’Afghanistan.

Se il numero delle vittime dell’attacco è stato comunicato, non è ancora noto il numero dei feriti registrati a seguito del drammatico evento. È stato rivelato, però, che l’attacco terroristico non è ancora stato rivendicato.

Nel frattempo, l’organizzazione dei talebani pakistani (TTP), in continua lotta contro le autorità centrali e svincolate da ogni legame con i talebani che hanno riconquistato il potere a Kabul ad agosto 2021, sta rispettando una tregua di due settimane.

La tregua scadrà alle ore 24:00 di domenica 15 maggio.

Due membri della minoranza Sikh assassinati a Peshawar

Per quanto riguarda i due membri della minoranza Sikh, invece, è stato riferito che le due vittime sono state assassinate nella giornata di domenica 15 maggio durante un agguato organizzato presso il loro negozio di spezie. L’esercizio commerciale, come riportato dall’ANSA che ha appreso la notizia da una fonte della polizia, si trovava nella città di Peshawar, nel Nord-Ovest del Pakistan.

I due uomini uccisi sono stati identificati come Kanwaljeet Singh e Ranjeet Singh e sono stati freddati con colpi di arma da fuoco da sconosciuti che hanno aperto il fuoco mentre si trovavano a bordo di un’auto.

Al pari dell’attacco kamikaze di sabato 14, anche in questo caso l’agguato non è stato rivendicato.

Un episodio analogo si è verificato nel 2021 quando un membro della minoranza Sikh è stato ucciso da uomini armati a Peshawar. In quella circostanza, l’esecuzione venne rivendicata dal cosiddetto Stato islamico della provincia del Khorasan (Iskp) che afferisce all’Isis.

Contents.media
Ultima ora