Britney Spears: un tweet la dichiara morta ma la popstar è viva. Altra bufala
Britney Spears: un tweet la dichiara morta ma la popstar è viva. Altra bufala
Musica

Britney Spears: un tweet la dichiara morta ma la popstar è viva. Altra bufala

Britney Spears: un tweet la dichiara morta ma la popstar è viva. Altra bufala
Britney Spears: un tweet la dichiara morta ma la popstar è viva. Altra bufala

“Britney Spears è morta in un incidente. Presto vi diremo di più”. È il tweet postato dalla Sony Music Global che gela i fan. Ma è tutto falso.

L’annuncio della morte di Britney Spears approda sul web sottoforma di tweet direttamente dalla Sony Music Global. E con tanto di emoticon triste e di hashtag RIPBritney. Il mondo sta ancora piangendo la scomparsa di George Michael e questa ulteriore notizia getta tutti nel più totale smarrimento. Due lutti nella musica così vicini e inaspettati?

Britney Spears viene dichiarata morta in un incidente ma la notizia viene subito smentita. Peccato che nel corso dei pochi minuti trascorsi, la news ha avuto il tempo per fare il giro di tutti i social network. A dar man forte al tweet-bufala, anche quello partito dal profilo ufficiale di Bob Dylan che recita un rassegnato “Riposa in pace”.

La smentita è giunta dallo staff della cantante statunitense, a sua volta contattato dalla CNN.

Una smentita che non lacia spazio a dubbi: Britney Spears sta bene.

Si sprecano le congetture. Errore? Oppure nel profilo Twitter della Sony Music Global si è intrufolato un hacker? La CNN convalida questa pista. Scherzo di cattivo gusto, comunque, infierire in una giornata già abbastanza triste per gli amanti della musica pop.

La casa discografica ha fatto sparire il tweet, senza ovviamente rilasciare dichiarazioni. E c’è chi ha voluto sdrammatizzare con un ironico: “Britney Spears è il primo caso di resurrezione a Natale”. E sarebbe la seconda volta. Nel 2007, infatti, la bella Britney venne data per morta. Notizia, ovviamente falsa.

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche