Cani in inverno: come proteggere le loro zampe dal gelo - Notizie.it
Cani in inverno: come proteggere le loro zampe dal gelo
Animali

Cani in inverno: come proteggere le loro zampe dal gelo

cani in inverno

Ci sono in commercio delle scarpette che possiamo far mettere ai cani in inverno, ma se il nostro pelosetto non le tollera, possiamo proteggergli le zampe?

Il freddo intenso, la neve ed il ghiaccio su strade e marciapiedi non sono un pericolo solo per noi esseri umani, che rischiamo rovinose cadute se usciamo di casa incautamente con delle scarpe non adatte per le condizioni meteo: anche le zampe dei cani in inverno, infatti, possono risentire parecchio del gelo, specialmente a livello dei cuscinetti plantari che poggiano direttamente per terra, quelli che noi “padroni” chiamiamo affettuosamente (ed erroneamente) “gommini”. Senza cedere alla moda delle calzature canine, possiamo adottare comunque degli accorgimenti per proteggere i nostri adorati animali, quando li portiamo a passeggiare, dalle conseguenze legate alle temperature rigide ed anche ai rimedi per limitarne i derivanti disagi, come il sale che viene sparso per sciogliere il ghiaccio.

Per prima cosa, dobbiamo controllare lo stato dei cuscinetti prima di uscire e subito dopo essere rientrati, per accertarci che non ci siano tagli ed ulcerazioni, che provocherebbero dolore al nostro Fido se entrassero in contatto diretto con il sale antigelo, ad esempio.

Teniamo presente, inoltre, che questo può rivelarsi tossico se ingerito dal nostro animale domestico, quindi è di fondamentale importanza pulirgli accuratamente le zampe per eliminarne tutti i residui, che altrimenti potrebbero finirgli in bocca quando si lecca. Potremmo organizzarci preparando una bacinella con dell’acqua calda in casa, vicino alla porta, così da ripulire subito e nel contempo riscaldare piacevolmente le zampe dei cani in inverno, al ritorno dalla passeggiata, avendo cura di asciugarle il più possibile con un panno morbido. Ricordate, inoltre, che non tutte le razze amano le basse temperature, quindi riducete eventualmente il tragitto da percorrere, scegliendo anche le strade ed i marciapiedi che sono stati meglio ripuliti.

In caso di nevicate, invece, sarebbe bene accorciare leggermente il pelo sugli arti dei cani a manto lungo, per evitare che finisca sotto i polpastrelli, raccogliendo la neve come una spazzola: non più di una spuntatina, però, altrimenti sentirebbero ancora di più il freddo.

Utile anche portare con sé un asciugamano per tamponare e frizionare bene il pelosetto dopo che si è divertito a scorrazzare sul manto nevoso, con l’indiscutibile vantaggio, se siete in viaggio con lui in auto, di non insozzare completamente l’abitacolo della vettura.

Esiste anche la ricetta di un unguento fai-da-te da applicare sui cuscinetti delle zampe dei nostri cani in inverno preventivamente, cioè prima di uscire di casa e subito dopo il rientro, dopo averle pulite come consigliato prima: ci basteranno due cucchiai d’olio d’oliva (ma anche di girasole o di mandorle), due cucchiai di olio di cocco, un cucchiaio di burro di karitè e un cucchiaio di cera d’api, tutti elementi che troveremo tranquillamente in erboristeria. Per ottenere il preparato, che è totalmente naturale ed innocuo, sciogliete tutti gli ingredienti a bagnomaria ed amalgamateli con cura: quando il composto è ancora allo stato liquido, trasferitelo in vasetti di recupero, come quelli delle vostre creme di bellezza o negli stick di burrocacao ormai vuoti.

Quando si sarà raffreddato, l’unguento ottenuto si solidificherà e potrete usarlo per trattare i “gommini” ed il naso del cane, oltre che per fornire un’utile barriera antifreddo, anche per farli tornare morbidi se si presentassero secchi o screpolati: non preoccupatevi se l’animale lo leccherà via, perché, come detto, non è un composto tossico, l’unico problema è che dovrete applicarlo nuovamente… Armatevi di santa pazienza e verrete ripagati da un sacco di coccole dal vostro pelosetto!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche