Canzoni di Natale in dialetto | Notizie.it
Canzoni di Natale in dialetto
Lifestyle

Canzoni di Natale in dialetto

Jingle Bells, Silent Night, Tu scendi dalle stelle…Sono tra le canzoni più conosciute in tutto il mondo ma sapete quelle regionali? Ecco alcune canzoni di Natale in dialetto!
Le giornate in famiglia con le canzoni natalizie completano il quadro delle feste, magari mentre si è intenti a fare l’albero di Natale o il presepe; oppure mentre si addobba la casa e si impacchettano i regali. Le canzoni di Natale sono sempre rinnovate e infatti quest’anno Laura Pausini ha pubblicato un disco con i titoli più famosi.
La tradizione però non va mai dimenticata ed è giusto tramandarla anche ai più piccoli. Esistono infatti molte canzoni natalizie cantate in dialetto, e vogliamo proporvene qualcuna.

Santa Lucia in napoletano

Comme se frícceca
la luna chiena!
lo mare ride,
ll’aria è serena…
E’ pronta e lesta
la varca mia…
Santa Lucia,
Santa Lucia!

Stu viento frisco
fa risciatare:
chi vo’ spassarse
jenno pe mmare?
Vuje che facite
‘mmiezo a la via?
Santa Lucia,
Santa Lucia!

La tènna è posta
pe fa’ ‘na cena;
e quanno stace
la panza chiena
non c’è la mínema
melanconia.
Santa Lucia,
Santa Lucia!

Pozzo accostare la varca mia
Santa Lucia, Santa Lucia!

Canto di Natale in Veneto

Sinti la pastorela,
che l’angelo de note
nunziava a mezanote
ai boni cuori:

Levève su, pastori,
vigni dorar Gesù!
No intardighève più,
nato ‘l e là.

e ‘l verbo Dio incarnà,
fio d’una Verginela,
in t’una cassinela,
Bel Bambinel.

Tra ‘l bò e l’asinel,
in magnadora ‘l stà:
de strasse involtizzà
su ‘l fien el zase.

EI ga portà la pase
con alegressa santa:
de ‘l ziel zozo ‘lla manda
in tera ancora…

No intardighève alora!
De tuto quel che ò dito
trovarè ben un scrito…
E ‘l xe andò via.

Groliosi per la via
ma i ga studià i pastori,
portando rose e fiori,
al bel putin,

Osana – int’el camin
cantava anca i re magi,
intanto che i sui ragi
deva la stela.

Canto calabrese per Gesù Bambino

Bambinuzzu me’ dilettu,
tantu tempu chi t’aspettu;
o Bambinu me’ adoratu,
‘nda lu cori t’ho portatu.

Ora vegnu mu ti trovu,
la preghera mu rinnovu:
– No’ m’abbandunari cchiù,
o me’ caru bon Gesù! –

Traduzione:
A Gesù Bambino
Bambinello mio diletto,
tanto tempo è che t’aspetto;
o Bambino mio adorato,
nel (mio) cuore t’ho portato.

Ora vengo a ritrovarti,
la preghiera a rinnovarti:
– Non m’abbandonare più,
o mio caro buon Gesù! –

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Dolce&Gabbana Light Blue Swimming In Lipari Pour Homme - Tester
44 €
Compra ora
Huawei P10 Lite 32GB 4GB Ram Black - Nero
209 €
Compra ora
Diadora Cyclette Cleo Rigenerata
89.95 €
189 € -52 %
Compra ora