×

Caso Ciro Grillo, nella chat con gli amici spunta la droga: “Festa con un grammo”

Nelle chat tra Ciro Grillo e i suoi amici, accusati di violenza sessuale di gruppo, spuntano riferimenti a droga e stupefacenti.

Ciro Grillo chat droga

Esaminando i telefoni di Ciro Grillo e dei suoi tre amici accusati di stupro di gruppo ai danni di una ragazza italo-norvegese sono emersi messaggi che fanno un chiaro riferimento all’uso di droghe. Tra questi “Chiamo lo spacciatore, festa con un grammo” e “Oggi se vedemo, stecca canne del perlausen … preso weed ma poi di nuovo scitto… fumato come un maiale con gli altri… chiamo lo spacciatore di Porto Cervo“. 

Ciro Grillo, le chat sulla droga

Insieme ad una serie di scambi ritenuti significativi sugli avvenimenti della notte in cui si sarebbe consumato lo stupro, gli investigatori hanno infatti trovato molti messaggi che permettono di sviluppare un secondo filone, quello della droga. In una lunga conversazione fra Edoardo Capitta e l’amico Luca risalente al primo pomeriggio del 14 luglio, a poche ore dunque dalla sospetta violenza, in cui si descrive ciò che è avvenuto quella notte, vi sono riferimenti alla programmazione delle ferie: “Non ci vediamo fino al 29, torniamo: canna, 1 grammi per festeggiare“.

Ciro Grillo, le chat sulla droga: “Chiamo lo spacciatore”

Conversazione simile quella tra Ciro Grillo e Capitta avuta luogo qualche giorno dopo, l’1 agosto: “Sono a Genova bro. Oggi se vedemo, yes, stecca canne del perlausen… chiamo il plug e in due minuti arriva“. Poi ancora, sempre tra loro due: “Fumato come un maiale con gli altri, la weed nulla di che“. 

Gli inquirenti hanno poi trovato altri messaggi relativi all’organizzazione di nuove serate fino alla fine dell’estate in cui il primario obiettivo era quello d’imbastire un 3 vs 1” come quello del 17 luglio.

Anhe le stesse ragazza presenti nel residence di Grillo, la vittima del presunto stupro e l’amica, avevano fatto riferimento alla volontà di consumare droga da parte del gruppo genovese. 

Ciro Grillo, le chat sulla droga: gli sviluppi

Al momento non è ancora possibile stabilre quali sviluppi avranno gli accertamenti su questo filone né i tempi dell’inchiesta sullo stupro di gruppo. Nelle scorse settimane il procuratore capo Gregorio Capasso e la sostituta Laura Bassani hanno inviato un nuovo avviso di conclusione delle indagini preliminari e Giulia Bongiorno, l’avvocato che assiste la ragazza che ha denunciato il gruppo, ha chiesto che fossero depositate alcune interviste rilasciate a tv e giornali da parte di persone che i pm avevano fatto ascoltare in qualità di testimoni.

Contents.media
Ultima ora