×

Caso Pipitone, Angioni: “Se qualcuno aiuterà a collegare gli indizi”, Denise potrà essere ritrovata”

Maria Angioni, l'ex Pm che ha seguito le indagini sulla scomparsa di Denise Pipitone, intervistata a "Chi l'ha visto?" ha rilasciato importanti dichiarazioni

Maria Angioni parla del caso Pipitone

Sono dichiarazioni forti e significative, che stanno facendo molto discutere l’opinione pubblica, quelle rilasciate dall’ex Pm di Marsala, Maria Angioni, in una recente intervista al programma di Rai 3, “Chi l’ha visto?“, andato in onda nella serata di mercoledì 5 maggio 2021.

L’ex pm Angioni sul caso di Denise Pipitone: i problemi nella gestione delle indagini

Nella puntata di “Chi l’ha visto?” andata in onda mercoledì 5 maggio 2021, è stata trasmessa un’intervista all’ex pm di Marsala, Maria Angioni, che dall’ottobre 2004 a luglio del 2005, si è occupata in prima linea delle indagini sulla scomparsa della piccola Denise Pipitone.

A distanza di 17 anni dalla scomparsa di Denise, Maria Angioni ha parlato delle carenze investigative e delle stranezze che hanno caratterizzato e ostacolato le indagini sul caso.

Ecco le sue parole a “Chi l’ha visto?”:

“Noi come Procura, con la Polizia di Mazara del Vallo ci sono stati dei processi di allora, abbiamo avuto dei grossi problemi, tant’è che abbiamo fatto indagini e abbiamo mandato a giudizio diverse persone.

Sono stati tutti assolti, però abbiamo mandato a giudizio per concorso e sfruttamento della prostituzione e anche perchè in una discoteca, c’era stata una sparatoria e noi abbiamo mandato a giudizio alcuni elementi del commissariato di Mazara del Vallo, perchè sapevamo, abbiamo saputo e abbiamo accertato che era presente il fratello di Anna Corona e invece sul fratello di Anna Corona, non si è scritto niente sulla sua presenza nella relazione mandata alla Procura“.

L’ex pm Maria Angioni sul caso Denise Pipitone: le dichiarazioni su Claudio Corona

Nel corso dell’intervista a “Chi l’ha visto”, l’ex pm Maria Angioni ha messo in luce alcune stranezze in merito al trattamento riservato, dal punto di vista investigativo, nei confronti di Claudio Corona, fratello di Anna Corona, la ex moglie di Pietro Pulizzi.

Ecco le sue dichiarazioni, in merito alla questione:

“Di Claudio Corona io ricordo una cosa, so soltanto che nell’indagine Denise a Claudio Corona avevano fatto due domande in croce e lui aveva risposto in una maniera generica. L’avevo risentito io, Claudio Corona, dopo un po’ di tempo, il primo verbale di Claudio Corona era molto, molto semplice, troppo generico. Sono rimasta scioccata. Come l’hanno sentito?”.

E in merito al trattamento riservato nelle indagini nei confronti della famiglia Corona, ecco cosa ha aggiunto la Angioni:

“C’è stato molto rispetto verso la famiglia Corona”.

L’ex pm Maria Angioni sul caso Denise Pipitone: la speranza di ritrovarla

Nel corso dell’intervista a “Chi l’ha visto?” all’ex pm, Maria Angioni, le è stato chiesto se secondo lei si arriverà prima o poi ad una risoluzione del caso, che possa condurre al ritrovamento della piccola Denise. Ecco la risposta della Dottoressa Angioni:

“Sì, secondo me sì. Se qualcuno ci dà una mano, basta collegare due indizi, noi abbiamo una serie di indizi un po’ scollegati. Basterbbe una parola, una frase, per collegare due indizi, a quel punto poi si collegano tutti”.

La Dottoressa Angioni dunque è sembrata piuttosto speranzosa, in merito alla possibilità di ritrovare la piccola Denise Pipitone, scomparsa a Mazara del Vallo nel 2004, ma tutto dipenderà dall’andamento e dagli sviluppi delle indagini sul caso.

Contents.media
Ultima ora