Cosa nasconde al suo interno la Coppa del Mondo - Notizie.it
Cosa nasconde al suo interno la Coppa del Mondo
Calcio

Cosa nasconde al suo interno la Coppa del Mondo

Coppa del mondo
Coppa del mondo

La Coppa del Mondo è d'oro massiccio, 18 carati, è conservata in Svizzera ed è stata realizzata dal milanese Gazzaniga

Ogni sport ha la sua gara, ogni gara il suo trofeo, parliamo qui della Coppa del Mondo, trofeo dei Mondiali di calcio. Siamo quasi all’inizio di questi mondiali 2018. L’ultima gara vedrà rivali le due squadre che arriveranno fino alla fine e che saranno protagoniste di un match che si disputerà a Mosca in Russia il 15 luglio. La squadra vincitrice riceverà il premio più ambito: la Coppa del Mondo.

In Italia tutte le partite saranno trasmesse da Mediaset sui suoi canali pubblici (Rete4, Canale5, Italia1 e il nuovo canale 20). Purtroppo il nostro paese non sarà presente essendo stato eliminato nelle qualificazioni iniziali.

La Coppa del Mondo

La Coppa del Mondo è l’obbiettivo finale di ogni nazione nell’anno dei mondiali. Tutti infatti, desiderano vincere e poterla alzare al cielo dimostrando di essere i migliori.

Non tutti lo sanno, ma la Coppa del Mondo è italiana. È stata infatti creata da un italiano.

Furono 53 le opere tra le quali venne scelta, provenienti da tutto il mondo. Fu Silvio Gazzaniga ad aggiudicarsi l’onore di sostituire la Coppa Rimet, trofeo ufficiale fino al 1970 per 40 anni.

La storia della Coppa

Le opere tra le quali fu scelta la nuova Coppa furono esposte in un concorso internazionale. La Fifa preferì quella dell’artista milanese per il significato che riesce ad esprimere. Osservandola infatti si possono notare due atleti stilizzati che sorreggono il mondo. È in oro massiccio a 18 carati e pesa circa 6 chili. È alta 36.8 cm e ha un diametro di 13 cm. È composta da due bande di malachite semi preziosa. Alla base e nella parte sottostante sono incisi i nomi delle squadre che hanno vinto il trofeo, dal 1974 a oggi. L’interno della Coppa non è pieno il suo valore è rimane molto alto circa 300mila euro.

La precedente Coppa Rimet fu messa in palio 9 volte prima che il Brasile la conquistasse nella finale di Messico 1970 contro l’Italia.

La Coppa prima veniva lasciata alla squadra che vinceva i mondiali per tre volte.

La Coppa del Mondo invece appartiene solo alla Fifa e passerà da una squadra all’altra fino a quando non saranno riempiti tutti gli spazi in cui scrivere i nomi delle squadre. Si utilizzerà dunque fino al 2038.

Dal mondiale del 2006 in poi, la Fifa ha deciso che il trofeo non è lasciato alla Nazionale di calcio vincitrice per 4 anni come accadeva prima ma viene riconsegnato dalla squadra alla Fifa conclusi i festeggiamenti. L’organizzazione lascia ai vincitori una copia placcata in oro dell’originale.

Il trofeo originale viene custodito in una valigia di sicurezza in acciaio nella sede della Fifa a Ginevra in Svizzera, e presentato solo alla cerimonia di apertura dei Mondiali e alla finale.

Possono toccare la Coppa solo i capi di Stato (considerando anche il Papa), il presidente della Fifa stessa e i calciatori vincitori.

Mondiali Russia 2018

I mondiali di Russia 2018 partono il 14 giugno con la sfida inaugurale tra la Russia e l’Arabia Saudita.

Le semifinali si disputeranno il 10 luglio. Si suddividono in Semifinale 1: Vincente Quarto di finale 1-Vincente Quarto di finale 2 (alle 20.00 a San Pietroburgo). Poi l’11 giugno: Semifinale 2: Vincente Quarto di finale 3-Vincente Quarto di finale 4 (alle 20.00 a Mosca). Il 14 luglio: Finale terzo posto (alle 16.00 San Pietroburgo). Infine il 15 luglio: Finale (alle 17.00 a Mosca).

© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Leggi anche