×

Covid, Occhiuto: “Stop al coprifuoco da metà maggio”

Covid, Occhiuto: “Stop al coprifuoco da metà maggio. Adesso va fatto un ulteriore passo in avanti verso la piena normalità”

Roberto Occhiuto

Covid, l’auspicio è del forzista Roberto Occhiuto: “Stop al coprifuoco da metà maggio”. Il capogruppo alla Camera del partito di Silvio Berlusconi ritiene che sia giunto il momento di concedere ulteriore fiducia agli italiani, in particolare a quegli imprenditori che con le restrizioni covid prolungate stanno vedendo vanificato il lavoro di una vita.

Covid, Occhiuto: “Stop al coprifuoco da metà maggio”. La linea degli azzurri

Occhiuto si fa dunque interprete della linea di Forza Italia. Una linea “mediana e mediata” che non è drastica come quella della Lega in organico al governo e di Fratelli d’Italia in opposizione. I due partiti infatti chiedevano la soppressione del coprifuoco già da tempo. Forza Italia invece chiedeva step progressivi verso le riaperture definitive. Ha detto Occhiuto: “Gli italiani stanno dimostrando un grande senso di responsabilità, le misure anti-Covid vengono rispettate, le attività economiche che hanno riaperto seguono meticolosamente i protocolli per contenere il virus.

Adesso i cittadini e gli imprenditori meritano fiducia, meritano che venga fatto un ulteriore passo in avanti verso la normalità. Forza Italia chiede lo stop del coprifuoco alle 22.00 e che venga spostato alle 24.00 o cancellato da metà maggio”.

Covid, Occhiuto: “Stop al coprifuoco da metà maggio”, la menzione per le attività ancora ferme

In più, il capogruppo a Montecitorio di Forza Italia ha messo l’accento anche sui settori che ancora “pagano pegno” alle misure anti covid in maniera massiva.

“Consentiamo, inoltre, la ripartenza, in tutta sicurezza, ai settori ancora ai box: dal wedding alle piscine al chiuso, dai centri commerciali nei week end ai ristoranti che non hanno tavoli all’aperto. E poi – ha concluso Occhiuto – torniamo a bere il caffè al bancone dei bar, con il distanziamento ancora indispensabile per evitare i contagi. Il governo dia un segnale nella giusta direzione”.

Covid, Occhiuto: “Stop al coprifuoco da metà maggio”. La data decisiva per il cambio di passo

Le notizie di questi giorni e lo sbilanciamento di esponenti del governo come il titolare degli esteri Luigi Di Maio sembrano aver accreditato la linea per cui, a partire dal 17 maggio, il coprifuoco potrebbe essere spostato dalle 22 alle 23 o addirittura alle 24. Da lunedì l’Italia si avvia ad essere quasi tutta in zona gialla escluse Val d’Aosta, Sicilia e Sardegna in arancione e ci sarebbe aria di “possibilismo” anche negli ambienti del Ministero della Salute guidato da Roberto Speranza, che fino ad ora era rimasto (fin troppo, per alcuni) fedele alla linea dell’intransigenza.

Contents.media
Ultima ora