×

Roma, rissa tra tifosi nel rione Monti: tre accoltellati, uno è grave

Due spagnoli e un americano sono rimasti feriti in uno scontro tra tifosi nella capitale, nel giorno che precede il match tra Lazio e Siviglia.

roma scontri tra tifosi 768x484

Tre persone sono rimaste ferite durante una rissa nel centro di Roma, nel rione Monti, intorno alle ore 21. Secondo quanto riferito da Repubblica, la lite è scoppiata fuori da un locale di via Leonina. Sono stati coinvolti diversi tifosi, giunti nella capitale forse in vista della partita di Europa League che si disputerà all’Olimpico tra Lazio e Siviglia.

Sarebbero almeno quaranta le persone che hanno preso parte alla colluttazione. Diversi testimoni hanno dichiarato che la rissa, cominciata per strada, si è poi spostata all’interno di un pub, per concludersi con una vera e propria caccia ai rivali tra ristoranti e birrerie della zona. Tre tifosi hanno riportato ferite da arma da taglio e sono stati trasferiti in pronto soccorso. Si tratta di due spagnoli (uno ricoverato in codice rosso) e un americano.

Sembra che quest’ultimo sia stato coinvolto nell’aggressione per caso.

Spedizione punitiva contro i tifosi

Sull’aggressione indagano gli agenti della Digos, che stanno lavorando per ricostruire la dinamica dell’accaduto e per individuare i responsabili. Si sospetta l’appartenenza degli aggressori alle frange estremiste della curva Nord della Lazio. Gli ultrà avrebbero rincorso i tifosi spagnoli, che hanno cercato rifugio all’interno di diversi locali. Uno degli iberici feriti è stato trovato, sanguinante, in prossimità della fermata della metro Cavour, dove è stato soccorso.

I titolari di un locale del rione Monti hanno raccontato a Repubblica che “era tutto tranquillo quando, poco dopo le 21, all’improvviso abbiamo sentito gridare e il rumore di vetri rotti. Ci siamo affacciati e abbiamo visto un gruppo di ragazzi con cappucci e il volto coperto, armati di mazze e manganelli, che si accaniva su altri ragazzi. Poi è iniziato il fuggi-fuggi. Uno dei ragazzi spagnoli, ferito alle gambe, è entrato nel nostro locale.

Chiedeva aiuto, era spaventato e sconvolto”. Altri testimoni hanno parlato di “due gruppi. C’erano anche alcuni stranieri. Sembrava una spedizione punitiva, è come se stessero dando la caccia a qualcuno. Quando è arrivata la polizia, erano già fuggiti”.

Contents.media
Ultima ora