×

Nettuno, 17enne sbranata dai rottweiler del padre: è grave

L'aggressione è stata interrotta solo dall'intervento dei vicini, che hanno distratto i cani con pezzi di carne. La 17enne è in prognosi riservata.

Nettuno, ragazza sbranata dai cani del padre
Nettuno, ragazza sbranata dai cani del padre

È in gravi condizioni la ragazza di 17 anni attaccata dai quattro rottweiler del padre a Nettuno, in provincia di Roma. Secondo quanto si apprende dal Messaggero, la ragazza si trovava nella villetta del padre, in zona Tre Cancelli, quando è stata improvvisamente aggredita dai cani nel giardino. Al momento non è ancora chiaro che cosa abbia scatenato la furia degli animali, che si sono avventati sulla giovane padrona fino a ridurla in fin di vita. La ragazza è riuscita a salvarsi solo grazie all’intervento di alcuni vicini di casa che, allarmati dalle urla, sono intervenuti e hanno attirato l’attenzione dei molossi gettando pezzi di carne oltre il cancello, per allontanarli dalla vittima. La 17enne è stata ricoverata all’ospedale di Anzio ed è in prognosi riservata.

Ragazza aggredita dai cani

Le condizioni della giovane sono subito apparse molto gravi.

I cani l’hanno azzannata sul volto e sul corpo, provocandole gravi lesioni al torace e alle gambe e staccandole un orecchio. I medici che l’hanno presa in cura hanno chiuso le ferite con decine di punti di sutura, ma fortunatamente nessuno dei morsi ha lesionato gli organi vitali. Secondo quanto riferito da alcuni vicini, l’aggressione è durata cinque minuti. Un testimone ha raccontato: “Quelle quattro furie hanno ricoperto la ragazza di morsi. Poi ad un certo punto si sono messi a girarle intorno come fossero un branco di lupi“.

Le indagini

Provvidenziale è stato l’intervento di una vicina che disponeva di grandi quantità di carne cruda in casa. Mentre la donna ha distratto i rottweiler, gli agenti della polizia di Anzio sono entrati nel giardino e hanno preso la giovane, in un lago di sangue, per consegnarla agli operatori del 118.

Il padre, interrogato dalle forze dell’ordine, ha dichiarato che non si sarebbe mai aspettato un comportamento del genere da parte dei suoi animali. I quattro cani non hanno mai mostrato segni di aggressività ed erano molto legati alla ragazza. Gli inquirenti hanno aperto un’indagine per accertare eventuali responsabilità di terzi nell’aggressione. I rottweiler al momento sono stati allontanati dalla famiglia.

Il parere dell’esperto

Tra le ipotesi più accreditate, spiega l’educatore cinofilo Candido Cerracchi, c’è “quella per cui la ragazza poteva aver tenuto in braccio poco prima un altro animale. Questo può essere stato causa dell’attacco. Comunque, bisognerebbe rispettare i cani senza umanizzarli: quattro molossi vanno avvicinati in un certo modo. A volte si tende a scordare che i cani seguono determinati istinti di brano e che questo può metterci in difficoltà”.


Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.


Contatti:

Contatti:
Lisa Pendezza

Nata in provincia di Monza e Brianza, classe 1994, è laureata magistrale in "Lettere moderne" presso l’Università degli Studi di Milano. Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per la rivista Viaggiare con gusto.

Leggi anche