×

Incidenti sul lavoro: due operai morti a Treviso e Pordenone

Le vittime sono Renzo Donà e Nevio Bruna, di 42 e 46 anni. Sono stati schiacciati rispettivamente da un escavatore e da una gru.

Operai morti a Treviso e Pordenone
Operai morti a Treviso e Pordenone

Giornata di morti bianche nel nord-est, dove due operai sono deceduti in altrettanti incidenti sul lavoro, rispettivamente nelle provincie di Treviso e Pordenone. Secondo quanto riporta Il Gazzettino, le due vittime sono Renzo Donà e Nevio Bruna, di 42 e 46 anni.

Quest’ultimo lavorava alle officine meccaniche Norio di Maniago, in provincia di Pordenone. Era entrato in cantiere all’età di 15 anni e da allora non aveva più lasciato i suoi datori di lavoro, che lo consideravano come un figlio. La sua disponibilità, il senso del lavoro e il sorriso che lo contraddistinguevano gli hanno permesso di conquistare la stima di responsabili e colleghi.

Operai schiacciati sul lavoro

L’incidente in cui Nevio Bruna ha perso la vita si è verificato all’alba, informa Fanpage.

L’operaio stava manovrando una gru che lo ha schiacciato poco dopo l’apertura dei cancelli del cantiere. Il tempestivo intervento dei soccorritori del 118, allertati dai colleghi, si è rivelato vano: Bruna è deceduto a causa delle gravissime lesioni riportate. I Carabinieri della stazione di Maniago hanno posto il cantiere sotto sequestro. Il pm della Procura di Pordenone, Federico Facchin, ha disposto la rimozione della salma, mentre sul posto sono intervenuti anche gli ispettori dell’Azienda sanitaria.

Il secondo incidente si è verificato intorno alle 7.20 a Trevigiano, in provincia di Treviso. Renzo Donà lavorava come autotrasportatore per la ditta Agrifung Srl, in via dei Pescatori. È stato travolto da un escavatore in retromarcia durante le operazioni di scarico di un rimorchio. Alla guida della macchina c’era un altro operaio dell’azienda. Secondo quanto emerso dalle analisi dei sanitari, l’uomo sarebbe morto sul colpo a causa dei traumi riportati. Il suo corpo è stato trasferito all’obitorio dell’ospedale di Montebelluna. Sul luogo dell’incidente sono intervenuti i Vigili del Fuoco e i tecnici dello Spisal.

Contents.media
Ultima ora