Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
Modena, 16enne disabile esclusa dalla gita
Cronaca

Modena, 16enne disabile esclusa dalla gita

disabile gita

Dalla scuola si sono giustificati: "Non pensavamo potesse partecipare viste le sue condizioni"

La ragazzina di 16 anni è stata lasciata sola in classe mentre i compagni andavano in gita perché disabile. A deciderlo sono state le insegnanti, ma nessuno ha avvertito i genitori. Dalla scuola si sono giustificati: “Lo abbiamo fatto pensando che non sarebbe riuscita a venire viste le sue condizioni”. Incredula e arrabbiata la madre che ha denunciato la vicenda: “Queste valutazioni spettavano a me, e io avrei voluto mandarla: i mezzi ci sono, siamo nel 2019″. La donna, suo malgrado, è venuta a conoscenza solo a cose fatte: “Hanno deciso loro per mia figlia, e a me non va bene. Io la chiamo discriminazione, mancanza di rispetto” ha dichiarato al Resto del Carlino.

L’indignazione della madre

“Ho telefonato alla docente di sostegno e le ho chiesto per caso se stessero programmando gite: mia figlia è in terza e non ne ha mai fatta una. La prof mi ha risposto che la classe era andata in gita quello stesso giorno e che mia figlia era rimasta sola in classe” ha raccontato.

La donna a quel punto si è quindi rivolta alla preside e alle insegnanti che si sono giustificate per poi scusarsi con lei, ribadendo di aver agito in buona fede, proponendo una nuova gita in una zona più vicina. “Vedere escludere così mia figlia mi ha ferito tanto e ho sollevato la questione anche perché in futuro non accada lo stesso ad altri”.

Le scuse della preside

“Le insegnanti non ci hanno pensato perché davano per scontato che la gita non fosse adatta alla ragazzina per le sue condizioni. Di certo non si voleva escludere l’alunna, che qui è sempre stata seguita con il massimo delle premure e che quest’anno era già stata invitata a partecipare ad altre uscite” ha detto la dirigente scolastica. “Non immaginavo che l’alunna potesse partecipare a una gita così impegnativa. Aveva già rinunciato a uscite molto più agevoli” ha poi replicato l’insegnante di sostegno.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche