Investi in Notizie.it e diventa editore del tuo giornale 🚀
Diventa socioInvesti e diventa socio di Notizie.it 🚀
E’ morto Vittorio Zucconi, aveva 74 anni
Cronaca

E’ morto Vittorio Zucconi, aveva 74 anni

vittorio zucconi

Vittorio Zucconi era considerato uno dei più grandi giornalisti italiani. Aveva 74 anni.

Dopo una lunga lotta contro la malattia, è morto Vittorio Zucconi, uno dei più famosi e apprezzati giornalisti italiani che ha lavorato per Repubblica. E’ stato proprio il quotidiano a dare la notizia della morte del cronista 74enne avvenuta nella sua casa di Washington, negli Stati Uniti. Nella sua lunga carriera Zucconi ha lavorato anche per La Stampa e il Corriere della Sera, anche in qualità di corrispondente all’estero, ma la sua consacrazione è avvenuta con la fondazione e la direzione dell’edizione online di Repubblica. Fino allo scorso anno ha diretto Radio Capital e ha scritto diversi libri. L’ultimo, Il lato fresco del cuscino, era un’autobiografia.

Il ricordo di Ezio Mauro

Ezio Mauro, collega di Vittorio Zucconi, ha voluto ricordarlo in un messaggio scritto per Repubblica: “Viveva il giornalismo, non lo interpretava. Il Vittorio privato, quello dell’amicizia, era uguale al suo ruolo pubblico. A cena, in redazione, nei viaggi, negli incontri. Tutti gli avvenimenti di cui si parlava per lui prendevano automaticamente il format del racconto, come se fossero pronti per essere scritti o addirittura come se fossero avvenuti per finire nella rete del suo giornalismo”.

Il cordoglio dei colleghi

Sui social in tantissimi hanno voluto ricordalo, soprattutto coloro che hanno collaborato con lui.

“Umanità, ironia, scrittura. Zucconi è stato tra i più grandi giornalisti italiani di sempre. Un autentico cittadino del mondo. A me ha fatto sognare il giornalismo fin da ragazzino. Ciao Vittorio, non ti dimenticheremo mai” ha scritto Corrado Formigoli. “Quanta America ci hai raccontato caro Vittorio, ti affascinavano i cowboy ma amavi gli indiani. Eri irrequieto, polemico, sfrontato, non ti tiravi mai indietro e scrivere era la tua vita. Lasci un grande vuoto” ha twittato invece Mario Calabresi.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche