×

Accoltella brigadiere dei Carabinieri: in manette 46enne marocchino

Il brigadiere dell'Arma, attualmente in prognosi riservata, ha riportato una ferita intrascapolare che ha mancato il polmone per pochi centimetri.

carabinieri

Tragedia sfiorata a Montegranaro, in provincia di Fermo, dove un 46enne marocchino ha accoltellato alla schiena un brigadiere dei Carabinieri. L’agente era intervenuto per cercare di calmare l’uomo, il quale visibilmente ubriaco stava infastidendo i clienti di un bar della zona. Al momento di riaccompagnarlo a casa però, l’extracomunitario ha pugnalato il militare 59enne, approfittando di un attimo di distrazione in cui era voltato di spalle.

Ricoverato in prognosi riservata

Allertati i soccorsi, il brigadiere è stato immediatamente trasportato in ambulanza presso l’ospedale di Fermo, dove è attualmente ricoverato in prognosi riservata. Nell’aggressione l’agente ha riportato una ferita intrascapolare, con la lama del coltello che ha mancato un polmone per pochi centimetri.

Contestualmente i militari dell’Arma hanno provveduto ad arrestare l’aggressore, che è ora accusato di tentato omicidio, lesioni e porto abusivo di armi.

Al momento dell’accaduto, il 46enne marocchino – regolarmente residente in Italia – era appena stato identificato dal brigadiere, sul si è in seguito avventato mentre si stava allontanando assieme ad un collega.

Le parole della sindaca di Montegranaro

Ad esprimere un messaggio di vicinanza nei confronti del carabiniere è intervenuta la sindaca di Montegranaro, Ediana Mancini. Sulla pagina Facebook del comune il primo cittadino ha scritto: “Mi sono sincerata sin dal momento dell’accaduto delle condizioni del militare ferito nell’espletamento del suo dovere, al quale esprimo la mia vicinanza e quella dell’Amministrazione, con l’augurio di una pronta guarigione. Un abbraccio, inoltre, va alla sua famiglia, così come un forte e sentito ringraziamento all’Arma dei Carabinieri che è sempre in prima linea nell’affrontare situazioni di emergenza, mettendo anche a repentaglio la vita dei proprio uomini e delle proprie donne”.

Frasi di appoggio per il brigadiere ferito sono giunte anche dal ministro dell’Interno Matteo Salvini, che augura pronta guarigione al militare: “Un abbraccio al brigadiere capo dei carabinieri ferito da un marocchino in provincia di Fermo.

Nessuno può permettersi di toccare i nostri angeli in divisa e sono orgoglioso del Decreto sicurezza bis che prevede maggiori tutele per le Forze dell’Ordine. Mi aspetto una PENA ESEMPLARE per l’infame aggressore.
Grazie a Mario, coraggioso brigadiere capo al quale auguro pronta e completa guarigione”.


Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche