La denuncia dell’allevatore: “Galline geneticamente modificate”
Cronaca

La denuncia dell’allevatore: “Galline geneticamente modificate”

allevatore galline
allevatore galline

Il video dell'allevatore è diventato virale sul web: la sua denuncia riguarda alcune galline geneticamente modificate.

Alcuni stabilimenti italiani non prendono le cure adeguate degli animali in loro possesso. Un allevatore si scontra con alcune aziende che trattano in modo disumano le galline. Infatti, il video di accusa ha già fatto il giro del web. La denuncia è questa: “Galline geneticamente modificate e voi le mangiate”. Dopo 39 giorni di vita, come spiega l’allevatore, una gallina pesava ben 4 kg. La sua alimentazione non era adeguata: veniva continuamente rinfilzata di alimenti iperproteici.

Galline geneticamente modificate

“Sono le 6 della sera” spiega l’allevatore. “Alcune delle galline presenti nel video sono da uova, altre da carne”. L’uomo protagonista delle scene mostra un animale in particolare: Guendalina. “Salvata da un macello: è una gallina da carne che pesa 4 chili. il problema è che ha solo 39 giorni. Questa gallina è stata alimentata con cibo iperproteico“. Per la sua età, invece, dovrebbe pesare qualche grammo. L’allevatore spiega il motivo per il quale questi animali vengono ridotti in questo modo: “Il mercato vuole la carne subito e a poco prezzo.

Questo è un costo per l’allevatore”. Se bisogna allevare polli velocemente il modo più semplice e meno costoso è quello di dare loro cibi proteici. Ma così gli animali sviluppano muscoli. Questa situazione deve finire: è insostenibile. Poi con molta durezza l’allevatore indignato conclude il suo video con una denuncia: “Dove c’è Aia non c’è gioia. C’è m****”. Pretendiamo di mangiare le alette, ma siamo ignari dell’allevamento delle galline.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Laura Pellegrini
Classe 1998, cresciuta condividendo il sogno del padre. Veronese di origini, ma milanese acquisita. Studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società" con un grande sogno nel cassetto: costruire una carriera internazionale e un nome nel giornalismo politico. Amante dei viaggi e curiosa rispetto ai fatti di attualità, insegue con determinazione il suo obbiettivo.