×

Catania, la nave Gregoretti è davanti al porto: a bordo 135 migranti

Salvini: "Non darò nessun permesso allo sbarco finché dall'Europa non arriverà l’impegno ad accogliere tutti gli immigrati a bordo della nave".

nave gregoretti
nave gregoretti

Dopo i dati agghiaccianti sulle morti in mare, arriva la notizia della nave Gregoretti: l’imbarcazione si trova davanti al porto di Catania e attende le indicazioni del Viminale. Infatti, la Guardia Costiera italiana ha soccorso 135 migranti che ora sperano di sbarcare sulle coste nazionali. I volontari e le unità a bordo stanno garantendo i primi soccorsi ai migranti. Una cinquantina di essi, inoltre, è stata salvata dopo l’allarme lanciato dal peschereccio Accursio. Si attendo i riscontri e le indicazioni del ministro degli Interni Matteo Salvini.

Nave Gregoretti al porto di Catania

Il Viminale ha chiesto alla Commissione europea di ricollocare nel continente i 135 migranti a bordo della nave Gregoretti. Alcune fonti, inoltre, riportano un messaggio: “In attesa di risposte ufficiali, non è stato indicato alcun porto di sbarco“.

Rimane in stallo davanti al porto di Catania, quindi, la nave Gregoretti della Guardia Costiera italiana. La Commissione europea, inoltre, dichiara che dall’Italia ha ricevuto la richiesta di occupare “un ruolo di coordinamento attivo per facilitare lo sbarco dei migranti soccorsi che si trovano attualmente a bordo della nave della Guardia costiera italiana Gregoretti”. Infine, il ministro degli Interni ha inviato un messaggio su Twitter che ribadisce la sua posizione. “Non darò nessun permesso allo sbarco finché dall’Europa non arriverà l’impegno concreto ad accogliere tutti gli immigrati a bordo della nave. Vediamo se alle parole seguiranno dei fatti. Io non mollo”.

La critica di Delrio

Graziano Delrio critica l’atteggiamento di Matteo Salvini riguardo la nave Gregoretti: “”Il ministro dell’Interno non fa il suo dovere perché non ha raggiunto accordi stabili con l’Europa e fa propaganda come sempre sulla pelle delle persone.

Salvini faccia sbarcare immediatamente i naufraghi della Gregoretti e la smetta con le sue politiche disumane“. Il messaggio prosegue e rincara la dose: “Intollerabile che non sia concesso l’ingresso in porto a una nave della guardia costiera italiana ‘colpevole’ per il nostro governo di avere a bordo 135 naufraghi soccorsi da un peschereccio al largo della Libia. Come in un copione che si ripete sempre uguale“.


Infine, conclude: “Salvini sta sequestrando in mare i migranti e tutto l’equipaggio della motovedetta Gregoretti che li ha presi a bordo. Siamo ancora una volta al di fuori delle regole e degli obblighi internazionali che l’Italia ha il dovere di rispettare quando si tratta di salvataggio delle vite in mare. L’Italia non può e non deve essere lasciata da sola a gestire il dramma delle migrazioni del mediterraneo ma l’Europa non può essere la scusa per agire in palese violazione delle norme internazionali e dei diritti umani”.


Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche