Diabolik, funerali rinviati: i familiari dell’ultras non si presentano
Cronaca

Diabolik, funerali rinviati: i familiari dell’ultras non si presentano

Rinviati i funerali privati del capo degli Irriducibili, Fabrizio Diabolik Piscitelli: nessuno tra familiari e amici si è presentato.

Sono stati rinviati i funerali in forma privata del leader degli irriducibili, Fabrizio Diabolik Piscitelli, ucciso nella giornata di mercoledì 7 agosto con un colpo di pistola sparato alle sue spalle. L’omicidio è avvenuto all’interno del parco degli Acquedotti, a Roma. Nella primissima mattinata di oggi, martedì 13 agosto, presso il Policlinico Universitario di Tor Vergata era presente la famiglia della vittima. Intorno alle 4:30 del mattino, i famigliari si sono presentati per il riconoscimento della salma.

Alle 6 del mattino, invece, presso il cimitero Flaminio, erano programmati i funerali in forma privata di Piscitelli: notevole la presenza di poliziotti al di fuori del camposanto. Il Questore Carmine Esposito ha poi confermato la notizia del rinvio dei funerali e ha posizionato cinque blindati davanti all’ingresso principale del cimitero.

Le celebrazioni funebri

Ancora non è chiaro quando si eseguiranno le celebrazioni funebri di Piscitelli. Le pratiche burocratiche sembrano andare ancora per le lunghe.

Secondo quanto riporta ‘Il Messaggero’, la famiglia non ha ancora firmato le pratiche che possono permettere il trasferimento della salma dal Policlinico di Tor Vergata. Proprio per questo motivo, è impossibile svolgere le esequie.

“La salma di mio fratello sta all’istituto di medicina legale del policlinico di Tor Vergata e anche ieri la questura ci ha assicurato che rimarrà lì nella disponibilità della famiglia. Io sono intenzionata a far valere, con tutti gli strumenti che mette a disposizione la legge, il diritto di mio fratello ad avere un funerale, semplice e composto, in una normale parrocchia”, ha dichiarato la sorella della vittima.

Un’ipotesi probabile è quella della cremazione, la quale, però, richiede nella Capitale almeno 3/4 giorni di attesa da quando viene presentata la domanda. Quindi, è da escludere che nella giornata di oggi si proceda con la cremazione del corpo. Resta, comunque, aperta la possibilità che la famiglia decida di svolgere i riti funebri al di fuori della città di Roma.


© Riproduzione riservata

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Leggi anche

Fabio Rossi
Fabio Rossi, varesotto classe 95. Cresciuto con un pallone sottobraccio, un grande amore per lo sport a cui affianca una passione per cinema e musica.