×

Nuova scossa di terremoto sull’appennino forlivese: magnitudo 3.6

Torna la paura sull'appennino forlivese, dove una quarta scossa di terremoto di magnitudo 3.6 ha colpito la provincia di Forlì-Cesena.

terremoto
terremoto

Una nuova scossa di terremoto torna a colpire l’appennino forlivese: il sisma ha scosso la terra con una potenza pari a 3.6 Una scossa durata pochi secondi che ha impaurito i cittadini vicino a Forlì-Cesena nella notte fra sabato 17 e domenica 18 agosto. Erano, infatti, le 00:01 quando il sisma è stato intercettato dagli strumenti dell’Ingv, l’Istituto di Geofisica e Vulcanologia. Si tratta, però, di uno sciame sismico: due precedenti scosse erano state registrate nella serata di sabato 17 agosto. Le magnitudo, inoltre, erano simili: si è parlato di magnitudo 3.7 per la prima; di 2.9 per la seconda. Infine, anche alle 20:04 la terra ha tremato con potenza pari a 2.2. Vediamo ora i dettagli della scossa di domenica 18 agosto.

Terremoto appennino forlivese

Una quarta scossa di terremoto è stata registrata sull’appennino forlivese, dove nella prima serata di sabato 17 agosto la terra aveva tremato già tre volte.

Infatti, intorno alle 18:52 un sisma di magnitudo 3.6 aveva colpito la provincia di Forlì-Cesena, mentre poco dopo un’altra scossa di potenza inferiore gli aveva fatto eco. Alle 20:04 l’ultimo sisma. Di nuovo oggi, domenica 18 agosto, un’altro terremoto di magnitudo superiore a 3 (precisamente 3.6) ha riportato la paura tra i cittadini. L’epicentro vicino alla superficie, infatti, ha fatto avvertire la scossa anche a città limitrofe. Si parla di 7 chilometri di distanza dal comune romagnolo di Premilcuore, non lontano dal confine con la Toscana. A 16 chilometri dell’epicentro, infatti, si trovano anche le città di San Godenzo (Firenze) e Pratovecchio (Arezzo). Non si registrano, però, danni a cose o persone.

Secondo le rilevazioni dell’Ingv anche l’ipocentro era a 7 chilometri di profondità.

Terremoto nelle isole Eolie

Una scossa di terremoto ha colpito anche le isole Eolie, con una potenza pari a 3.5 di magnitudo. Il sisma è stato chiaramente avvertito dalla popolazione intorno alle 23:35 di ieri, sabato 17 agosto. Sempre secondo i dati dell’Ingv, inoltre, l’epicentro si trovava a 10 chilometri di distanza da Malfa e da Leni (Messina), mentre l’ipocentro a 291 chilometri di profondità.


Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.


Contatti:

Contatti:
Laura Pellegrini

Nata a Verona, classe 1998, studentessa universitaria presso la facoltà di "Comunicazione e Società". Prima di collaborare con Notizie.it, ha scritto per L'Arena.

Leggi anche