×

Coronavirus, positivo fa la spesa al supermercato: indagato

L'uomo è indagato per epidemia colposa dopo essersi recato al supermercato nonostante fosse risultato positivo al coronavirus.

coronavirus positivo fa la spesa al supermercato
coronavirus positivo fa la spesa al supermercato

A Sciacca un uomo risultato positivo al coronavirus si è recato al supermercato per fare la spesa. Con questo atteggiamento il saccense ha violato le normative imposte per affrontare l’emergenza coronavirus, è indagato per epidemia colposa.

Coronavirus, positivo fa spesa al supermercato

Nonostante il tampone fosse risultato positivo al coronavirus, l’uomo, un inserviente dell’ospedale di Sciacca, è andato a fare la spesa. La persona è ora indagata dalla locale Procura che ha aperto un’inchiesta.

La Procura della Repubblica di Sciacca ha infatti avviato un’inchiesta per concorso colposo in epidemia e inosservanza di provvedimento dell’autorità.

Secondo le prime indiscrezioni, l’inchiesta, è nata dopo una denuncia e la magistratura ha avvisato del caso l’autorità sanitaria. L’uomo non curante della sua salute e della salute degli altri è uscito per fare la spesa in un supermercato della zona in provincia di Agrigento.

Dopo che il test aveva dato esito positivo era stato imposto all’uomo di rimanere in autoisolamento ma nonostante questo ha deciso di uscire mettendo a rischio la salute di tutti.

L’inserviente dell’ospedale è ora sotto accusa, il reato di epidemia colposa nella forma più aggravata è punito fino a 12 anni.

Un 17enne era stato denunciato dai Carabinieri perché trovato fuori dalla sua abitazione senza uno dei validi motivi. Partivo da Vuittone è stato fermato a Cornaredo mentre si stava recando dalla fidanzata.

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Mirko
24 Marzo 2020 10:02

Ma io lo capisco pure… Noi a casa siamo tutti positivi, stiamo dando fondo alle scorte alimentari ma non dureranno tutto il tempo, e non c’è nessuno che ci porta la spesa, i servizi online hanno consegne dopo aprile. Diteci come fare per mangiare noi che siamo bloccati a casa… A parte pochi comuni in giro per l’Italia che si sono attivati, tutti noi altri siamo lasciati soli. Serve un servizio di consegna spesa gratuito e per tutti e tutta Italia. Ci mettono in isolamento ma non ci danno nessun supporto per sopravvivere, quasi sperano che crepiamo in casa.


Contatti:
Federico Dedori

Nato a Milano nel 1999, si è diplomato in informatica e telecomunicazioni, studia scienze internazionali e istituzioni europee all'Università degli Studi di Milano. Collabora con Notizie.it e Il Giorno.

Leggi anche

Articoli Correlati

Contents.media
Ultima ora