×

Coronavirus, il comitato scientifico: “Il picco non è ancora esaurito”

Condividi su Facebook

Secondo il membro del comitato tecnico scientifico Massimo Antonelli il picco dei contagi da coronavirus in Italia non si sarebbe ancora esaurito.

coronavirus-picco-contagi

Il picco dei contagi di coronavirus in Italia non si sarebbe ancora esaurito, almeno secondo il membro del comitato tecnico scientifico del governo Massimo Antonelli, che nella giornata del 3 aprile ha inoltre precisato come l’attuale stabilizzazione dei nuovi contagi sia il risultato delle misure di lockdown disposte nelle ultime settimane. Antonelli, direttore della terapia intensiva del Policlinico Gemelli di Roma, si mostra dunque cauto rispetto alle voci che darebbero una risoluzione dell’emergenza sanitaria per la prossima estate.

Coronavirus: “Picco contagi non esaurito”

Intervenuto nel corso della consueta conferenza stampa della Protezione Civile, Antonelli ha spiegato: “Il picco non si è ancora esaurito e quello che abbiamo visto, anche se ora c’è una tendenza in calo, è frutto di ciò che è stato nelle precedenti tre settimane. Parole sulla stessa lunghezza d’onda di quelle pronunciate poche ore prima dalla virologa Ilaria Capua, secondo cui il coronavirus non verrà debellato come molti dicono con l’arrivo dell’estate.

Antonelli ha poi posto l’accento del suo discorso sul ruolo giocati dai reparti di terapia intensiva e su come parte dei pazienti vi finiscano dopo un progressivo peggioramento dei sintomi del coronavirus: “L’impatto che arriva alle terapie intensive non giunge solo dal territorio, quindi immediato nel Pronto soccorso, ma anche da pazienti che hanno inizialmente dei sintomi più contenuti, anche se impegnativi, e che ricoverati in ospedale possono deteriorare la condizione fino a rendere necessario il ricovero in terapia intensiva”.

Antonelli ha infine aggiunto: “Nelle terapie intensive, la degenza media è di circa 10 giorni e, nella maggior parte dei casi, più estendersi fino ai 15-20 giorni.

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.


Contatti:

Scrivi un commento

1000

Contatti:
Jacopo Bongini

Nato a Milano, classe 1993, è laureato in "Nuove Tecnologie dell’Arte" all’Accademia di Belle Arti di Brera. Prima di collaborare con Notizie.it ha scritto per Il Giornale.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.