×

Coronavirus, la spesa in quarantena: i prodotti più cercati

I prodotti più gettonati nella spesa della quarantena da coronavirus: pasta, farina e uova vanno per la maggiore

coronavirus spesa quarantena prodotti

In questa quarantena da coronavirus tutti abbiamo dovuto cambiare le nostre normali usanze, compresi i prodotti che acquistiamo al supermercato. Ecco dunque che la spesa, sia essa settimanale o giornaliera, ha subito delle modifiche importanti a causa dell’emergenza, riportando in auge prodotti che credevamo persi nel tempo, come il lievito madre.

I consumi sono cambiati, si guarda più al lato pratico che al superfluo e si cerca sempre più spesso di non comprare il prodotto finito, ma se possibile si preferisce acquistare le materie prime e realizzarlo a casa. É cosi per il pane, per la pizza e per i dolci. Forte è anche la vendita di prodotti per l’igiene e la protezione come i guanti in lattice, ormai introvabili, l’alcol denaturato e le salviette umidificate.

Per non parlare poi dell’Amuchina, ormai da molti chiamata l’oro trasparente per la speculazione sul suo prezzo messa in atto da molti esercizi commerciali.

Coronavirus, i prodotti della spesa in quarantena

Volendo guardare ai dati ufficiali diffusi da Nielsen, nella settimana dal 9 all’11 marzo, si sono registrati questi aumenti: latte UHT (+62,2%, 14,1 milioni in più settimana su settimana), pasta (+65,3), farina (+185,3%), uova (+59,6%), surgelati (+48,0%), caffè (+26,2%), burro (+71,9%), acqua in bottiglia (+20,1%), riso (+71,2%) e conserve rosse (+82,2%). La vendita dei guanti è aumentata del 362,5% per un totale di 7,4 milioni.

Una spesa di guerra verrebbe da dire vista la scelta di prodotti non deteriorabili e per questo di lunga conservazione.

Vige il fai da te

Per MilanoCittàstato, i prodotti che andrebbero per la maggiore nella spesa della quarantena sarebbero in ordine: carta igienica, detersivi per piatti e prodotti per la lavastoviglie, la tinta per capelli, le strisce epilatorie e la soda caustica necessaria per fare il sapone in casa. Fuori dallo scontrino della spesa rimarrebbero invece sempre più spesso il deodorante, l’appretto per stirare, rossetti e lucida labbra, le stringhe per le scarpe e gli arbre magique.

Contents.media
Ultima ora