×

15enne violentata in spiaggia da altri minorenni: “Erano in 3”

Una ragazza di 15 anni sarebbe stata violentata in spiaggia a Grosseto da tre minorenni: la denuncia.

violentata in spiaggia
15enne violentata in spiaggia a Grosseto

Un racconto da brividi, direttamente ai suoi genitori. Dopo giorni di silenzi e umore sotto i tacchi. Preoccupati, mamma e papà le hanno chiesto più volte se andasse tutto bene. Lei, sempre sorridente e solare, così cupa nonostante la stagione estiva alle porte.

Un cambio repentino di umore che ha fatto scattare qualche campanello d’allarme. Finché la 15enne ha rotto il silenzio e denunciato: “Mi hanno violentata, in spiaggia!”. Ed erano in tre i suoi aguzzini. Tutti minorenni, suoi coetanei o poco più.

È accaduto di notte, durante una delle tante serate in discoteca nei lidi della Maremma. A Marina di Grosseto, per la precisione. E il racconto – secondo quanto riportato da La Nazione – sarebbe agghiacciante.

Una violenza inaudita ai danni della giovane di 15 anni. Adesso indagano gli inquirenti per capire, effettivamente, cosa sia accaduto e chi abbia portato a termine lo stupro.

Violentata in spiaggia: il racconto della 15enne

La giovane di 15 anni avrebbe raccontato prima ai suoi genitori – e successivamente alle forze dell’ordine – quanto le avrebbero fatto i tre molestatori.

Parrebbe che il gruppetto abbia preso la ragazzina e, con forza, l’abbia costretta a entrare nel bagno esterno di uno stabilimento balneare (in spiaggia) e lì si sarebbe consumata la violenza.

Sempre secondo la versione della giovane di 15 anni, uno dei tre avrebbe fatto da palo, reggendo la porta del bagno mentre gli altri due abusavano di lei contro la sua volontà ed evitando che qualcuno si accorgesse di quanto stesse succedendo. L’atto sarebbe durato diversi minuti e la giovane non ha avuto la forza fisica di ribellarsi.

Finito tutto è tornata a casa, tenendosi tutto dentro per giorni. Finché non ha raccontato cosa è successo a Marina di Grosseto ai suoi genitori. Il padre ha sporto denuncia, e adesso sarà la polizia a ricostruire quanto accaduto.

Contents.media
Ultima ora