×

Crisanti: “Zaia deve arrabbiarsi con tecnici del Veneto”

Condividi su Facebook

Andrea Crisanti ha parlato dei nuovi focolai scoperti in Veneto, e consiglia a Luca Zaia di prendersela con i suoi consiglieri.

crisanti zaia veneto
crisanti zaia veneto

Il virologo Andrea Crisanti parla del ritorno del coornavirus in Veneto, consigliando al governatore Luca Zaia di prendersela con i suoi tecnici più che con i suoi cittadini. Frecciatina rivolta a tutti gli ottimisti del settore che hanno lanciato messaggi contraddittori sulla precoce scomparsa del virus e sugli allentamenti delle varie misure di sicurezza.

Crisanti, messaggio a Zaia per focolai in Veneto

Il virologo Andrea Crisanti ha commentato a più riprse su diverse testate giornalistiche qulai La Stampa, Repubblicae il Giorno i nuovi focolai rilevati in Italia, soprattutto in Veneto, consigliando a Zaia di confrontarsi con i tecnici.

Focolai in Veneto? Zaia più che arrabbiarsi con i veneti dovrebbe prendersela con i tecnici che gli stanno vicino. Queste le prime dichiarazioni del virologo.

Come sappiamo, Crisanti, è stato l’ideatore del cosiddetto “modello veneto” e dei primi tamponi mirati a Euganeo. Per questo motivo risponde con diplomazia sul tema del rapporto con Zaia:“Non abbiamo litigato e se Zaia mi chiamasse sarei contento di aiutarlo a capire cosa sta succedendo”.


Messaggi ambigui

Il virus c’è ancora e per Crisanti è importante capire che in questo momento storico anche la comunicazione dev’esser limpida : Servirebbe una comunicazione più seria, basata su dati e senza mistificazioni, perché non solo la pandemia non è finita in Italia, ma fuori dai nostri confini il virus corre e l’Italia non è in una bolla protetta“.

Una parte del problema che per il virologo non è da sottovalutare sono i messaggi contraddittori fatti passare da colleghi e profani del settore: “Prima gli hanno detto che il virus era morto, poi che la mascherina non serviva, poi di nuovo che invece è fondamentale. Se fossi un diciassettenne che deve stare con la sua ragazzetta penserei che gli adulti sono degli idioti“.

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Marco Alborghetti

Di Bergamo, laureato in Scienze Umanistiche per la Comunicazione e con l'ambizione di diventare giornalista. Lo sport è la mia passione, perché l'Atalanta è un mio pezzo di cuore. Divoro libri, onnivoro musicale, ma ffino ad un certo limite. Ascoltare gli altri è un piacere, scrivere lo è ancor di più.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.