×

Coronavirus, accesso vietato alla spiaggia Giamaica di Sirmione

Condividi su Facebook

Sanzioni e controlli su tutta la costa. A causa del sovraffollamento verrà vietato l'accesso alla Giamaica di Sirmione.

spiaggia giamaica sirmione

A causa delle restrizioni per coronavirus l’accesso alla spiaggia Giamaica di Sirmione è vietato. Le sanzioni previste per i trasgressori vanno dai 400 ai 3000 euro. Verranno intensificati i controlli lungo tutto il litorale e le spiagge libere.

Coronavirus, vietata la spiaggia Giamaica di Sirmione

Una nuova ordinanza per la spiaggia di Sirmione denominata Giamaica. La decisione arriva dopo un problema di sovraffollamento verificatosi durante il week end a causa di flussi turistici troppo elevati. L’amministrazione, coadiuvata con la prefettura, ha deciso che “dal 10 luglio 2020, nell’area denominata spiaggia Giamaica, in località Punta Grotte di Sirmione sarà vietato l’accesso al pubblico non autorizzato”.

Sempre nell’ordinanza si legge che “sono esclusi dal divieto di accesso gli ospiti dell’area assegnata in concessione ai privati adiacente l’area pubblica in narrativa nonché eventuali soggetti che effettuano turismo nautico a bordo di natanti che stazionano nello specchio acqueo antistante la zona di Sirmione Punta Grotte nel rispetto delle normative fissare dal codice della navigazione e delle altre norme regionali vigenti in materia di navigazione lacuale”.


Le sanzioni ed i controlli

Le sanzioni per i trasgressori vanno dai 400 fino ai 3000 euro di multa. Il sindaco Luisa Lavelli, insieme all’assessore con delega alla sicurezza, Roberto Campagnola, hanno specificato che verranno ulteriormente intensificati i controlli lungo i litorali costieri e sulle spiagge libere (da Punta Grò al centro storico), con l’ausilio dell’arma dei Carabinieri già dalle prime ore del mattino e grazie all’entrata in servizio di due nuovi agenti stagionali della Polizia Locale del centro storico.

Sarà costante anche il pattugliamento tramite l’utilizzo delle moto d’acqua della Polizia Locale, con particolare attenzione al perimetro lacuale del centro storico”.

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali. Ha studiato canto e pianoforte, incidendo un album e partecipando a premi nazionali come il Premio Mia Martini. Appassionata di spettacolo, televisione e musica italiana, da anni segue il Festival di Sanremo nonché manifestazioni sul territorio concernenti le arti visive.


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:
Annalibera Di Martino

Vive a Castellammare di Stabia in provincia di Napoli. Ha una laurea in arti visive, musica e spettacolo, un master in giornalismo e comunicazione ed uno in organizzazione e promozione di Festival ed eventi musicali. Ha studiato canto e pianoforte, incidendo un album e partecipando a premi nazionali come il Premio Mia Martini. Appassionata di spettacolo, televisione e musica italiana, da anni segue il Festival di Sanremo nonché manifestazioni sul territorio concernenti le arti visive.

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.