×

Fratelli Bianchi trasferiti in celle protette: rischiano il linciaggio

Condividi su Facebook

I due aggressori di Willy, Gabriele e Marco Bianchi, dopo una lite con un detenuto rischiano il linciaggio: per loro celle protette.

fratelli Bianchi
fratelli Bianchi

I fratelli Gabriele e Marco Bianchi, aggressori di Willy Monteiro Duarte, sono stati trasferiti dalle celle anti-Covid alle celle protette di isolamento precauzionale di Rebibbia. Si trovano nel braccio “G9”, al primo piano del carcere, quello che i detenuti definiscono “degli infami“, perché riservato a coloro che sono colpevoli di reati sessuali o agli ex agenti che hanno abusato del loro potere passando dalla parte del crimine.

Frequentare gli spazi comuni, a contatto con gli altri detenuti, è troppo rischioso per la loro incolumità.

Fratelli Bianchi in celle protette

Il temperamento violento dei fratelli Bianchi si è fatto riconoscere fin dai primi giorni di reclusione.

La figlia di un detenuto marocchino ha scritto all’associazione “Detenuti liberi” per protestare contro il trattamento ricevuto dal padre da parte dei due fratelli, che lo avrebbero aggredito scatenando una discussione che è stata subito bloccata. I legali dei due aggressori di Willy sono preoccupati per possibili ritorsioni nei confronti dei loro assistiti, che non sono stati accolti bene in carcere e rischiano il linciaggio.

Quello che hanno fatto la notte tra il 5 e il 6 Settembre è davvero terribile.

I testimoni hanno parlato di una violenza inaudita, tanto che il povero Willy ha perso la vita. Ad oggi i fratelli sono sotto stretta sorveglianza, per evitare qualsiasi contatto con i detenuti. I momenti d’aria saranno concessi in orari diversi e saranno monitorati anche dai medici per motivi sanitari e psicologici, proprio come accade per gli stalker e le persone accusate di violenza in famiglia. Gabriele e Marco, entrando in carcere, hanno dovuto abbandonare la loro vita agiata e si sono subito preoccupati per il fatto che avrebbero dovuto bere solo acqua.

Tra le rinunce che devono fare c’è quella per la cura del corpo, molto importante per loro, e per la vita notturna tra amici, locali e automobili. Al momento è stata aperta un’inchiesta per reati fiscali, proprio associata al loro tenore di vita.

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it


Contatti:
26 Commenti
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
petronilli y nocciolo loschi importunano vicchy
22 Settembre 2020 10:48

il rapinatore in xona e stalkers?

Carmela
22 Settembre 2020 12:47

Vi auguro il peggio che state passando vigliacchi

franco gatto
22 Settembre 2020 15:39

IO CE L’HO CON QUELLA TROIA E CREDO PURE MALATA DI SIFILIDE DELLA LORO MADRE, CHE NON HA CHIUSO IL BUCO DEL CULO QUANDO SONO NATI..GIUSTO DAL BUCO DEL CULO
DI UNA MALATA DI SIFILIDE CRONICA DOVEVONO NASCERE DUE FRATELLI BASTARDI…PUNTO!

Maddalena velluto
22 Settembre 2020 17:13
Risponde a  franco gatto

Franco gatto non e con i genitori che deve prendersela anzi con la mamma non è colpaloro se i due fratelli sono cosi cattivi.Saranno sicuramente giudicatie penalizzati x quello che hanno fatto

Hunter
23 Settembre 2020 00:45
Risponde a  Maddalena velluto

Si ma l’educazione sono i genitori che te la danno

Giuseppe
23 Settembre 2020 19:07
Risponde a  Maddalena velluto

E vero ciò che dice, ma mi domando una cosa quando questi portavano a casa tante belle cose i genitori nn si domandavano dove li avete preso visto che nn lavorate e siete disoccupati!

michela
22 Settembre 2020 21:45
Risponde a  franco gatto

ma falla finita i genitori non centrano nulla

Cri
23 Settembre 2020 12:34
Risponde a  michela

Non è vero perche i genitori sono l esempio, e loro hanno detto eh vabhe era solo un immigrato, ci avrei messo pure i genitori in galera. Bell esempio

Marco
23 Settembre 2020 13:35
Risponde a  michela

Bhe da una madre che per difendere i figli ha parlato di Willy dicendo : “ in fondo era solo un extracomunitario “ … non poteva venir fuori nulla di meglio … o di peggio che 2 figli così !

Federica
22 Settembre 2020 22:45
Risponde a  franco gatto

👍la pensò esattamente alla stessa maniera. Io li butteri in mezzo ai maiali affamati e mentre se li sbranano le loro mamme devono stare lì a guardare.

Giorgio
22 Settembre 2020 17:26

Perché in isolamento?
Questi due imbecilli devono schiattare

Francesca
23 Settembre 2020 06:33
Risponde a  Giorgio

Infatti perché loro devono essere protetti e quel povero amore di mamma è morto….. Perché… Adesso non fanno i sbruffoni adesso non ammazzano non spaccano dementi solo con un ragazzo fragile

Roberto
22 Settembre 2020 18:26

Spero gli ALESINO il lato B con la stessa sopraffazione che hanno avuto nei confronti del povero Willy.
Au revoir SACCHI di LETAME
PS: se ci fosse stato Benny sarebbero già concime.

Modificato il 1 mese fa da Roberto
Nicoletta
22 Settembre 2020 20:53

Ma quando scrivete i titoli degli articoli perché scrivete minchiate?
Mi ero illusa che fosse successo e invece gli hanno solo isolati per evitare che succedesse…… che peccato!
Sarò senza pietà ma non riesco a provare pena per due merde come questi.
Chiudeteli in cella a vita ste due bestie e gettate le chiavi!

gigi
23 Settembre 2020 19:10
Risponde a  Nicoletta

LI HANNO ‘

Anto
22 Settembre 2020 22:08

Chi uccide intenzionalmente….deve morire……

Federica
22 Settembre 2020 22:46
Risponde a  Anto

Male però e lentamente.

Rsffaello
22 Settembre 2020 22:32

Devono preoccuparsi della enorme violenza gratuita su un ragazzo perbene per me loro due non sono nemmeno persone io li definisco il niente io credo che oltre una giustizia legale dovranno avere anche una giustizia interiore che li portera a non avere mai pace dentro di loro rappresentano lo squallore e lo schifo di wiesta societa

Andres
22 Settembre 2020 23:53

Fateli stare in cortile con gli altri detenuti e così vediamo se sono leoni o conigli.Solo così possono capire il male che hanno fatto.

Hunter
23 Settembre 2020 00:42

Io farei come nel film un borghese piccolo piccolo di sordi

Marco
23 Settembre 2020 06:19

E si troppo comodo metterli in isolamento, ci pensavano prima di fare cazzate, cosa si pensavano di andare in un albergo a 5 stelle ? Han fatto bene a dargliele e mi auguro che glie ne diano ancora ad entrambi molto ma molto secche. Nessuna pietá per gente come loro!

Samu
23 Settembre 2020 10:13
Risponde a  Marco

Veramente ste merde non le hanno prese loro,ma le hanno date ad un marocchino in carcere,infatti se leggi l’articolo la figlia del marocchino a scritto all’associazione per il pestaggio al padre

Salvio
23 Settembre 2020 11:46

Ergastolo.
Solo l’ergastolo sarà la sentenza giusta.

pepee
25 Settembre 2020 15:09

sarebbe semplice una giustizia, loro erano 4 muscolosi e la vittima una, piccola, e fragile, quindi 4 contro uno piccolo e fragile, ci vogliono 4 muscolosi e alti per uno di loro ahh che risate

pepee
25 Settembre 2020 15:11

ma in carcere la pagheranno…..questione di tempo

Elisa
30 Settembre 2020 09:41

Fatte schifo siete dei vigliacchi spero che il giudice butti via le chiavi ci dovete morire in carcere e vergognoso quello che avete fatto


Contatti:
Chiara Nava

Nata a Genova, classe 1990, mamma con una grande passione per la scrittura e la lettura. Lavora nel mondo dell’editoria digitale da quasi dieci anni. Ha collaborato con Zenazone, con l’azienda Sorgente e con altri blog e testate giornalistiche. Attualmente scrive per MeteoWeek e per Notizie.it

Leggi anche

Entire Digital Publishing - Learn to read again.