×

Capodanno: case in affitto per aggirare il Dpcm

Coppie di fidanzate e amici stanno cercando delle case in affitto per riuscire a festeggiare il Capodanno aggirando il Dpcm.

Capodanno
Capodanno

Tutti coloro che pensavano di poter organizzare un veglione di Capodanno con amici e fidanzati, dopo la conferenza stampa in diretta di Giuseppe Conte si devono ricredere. Le regole sono molto chiare: i ristoranti la sera del 31 saranno chiusi, compresi quelli degli alberghi, ed fortemente raccomandato di non ricevere in casa persone non conviventi.

Per tutti questi motivi in molti stanno cercando di fare i furbi e di trovare una casa in affitto per aggirare il Dpcm.

Case in affitto per aggirare Dpcm

Il premier è stato molto chiaro durante la conferenza stampa in cui ha illustrato tutti i divieti. Dal 21 dicembre e il 6 gennaio sono vietati gli spostamenti tra le Regioni, mentre nelle giornate di festa verranno chiusi tutti i ristoranti di sera.

La notte di Capodanno, inoltre, il coprifuoco notturno sarà prolungato fino alle 7 del mattino. Da tempo è partita la corsa alla ricerca di case in affitto per riuscire ad aggirare il Dpcm e organizzare un veglione tradizionale con fidanzati e amici. Moltissime persone stanno cercando di farsi strada tra le varie regole per riuscire a festeggiare come desiderano. Per questo stanno cercando di trovare dei varchi lasciati aperti dal dpcm.

Nonostante questo l’80% degli italiani, come ha fatto sapere il Censis, è a favore della stretta durante le festività.

L’addio al cenone tradizionale fuori casa riguarderà quasi 6 milioni di italiani, provocando perdite per un quarto di miliardo per ristoranti, alberghi e agriturismi. La stima della Coldiretti prevede un colpo molto duro anche per le strutture agrituristiche. Le difficoltà economiche sono sempre più grandi e durante le feste tenderanno a crescere. “La chiusura dei locali è infatti destinata a provocare un forte ridimensionamento nei consumi di 70 milioni di chili tra pandori e panettoni, 74 milioni di bottiglie di spumante, 6 milioni di chili tra cotechini, zamponi e frutta secca, pane, carne, salumi e formaggi” ha spiegato l’associazione. Quest’anno tutto sarà diverso e gli italiani dovranno rassegnarsi a festeggiamenti sobri e soprattutto in totale sicurezza. Nonostante questo ci sono ancora molti giovani che stanno cercando un modo per aggirare le norme anti-Covid.

Contents.media
Ultima ora