×

Forlì, trovato morto il 18enne Antonio Lattuneddu mentre faceva ginnastica

Condividi su Facebook

Un ragazzo di 18 anni, Antonio Lattuneddu, è stato trovato morto nella sua abitazione a Forlì mentre faceva esercizi di ginnastica.

Soccorsi

Il tragico evento è avvenuto a Forlì: un ragazzo di appena 18 anni è stato trovato esanime nella casa di famiglia, nella quale il giovane viveva con i genitori e con la sorella di 14 anni.

Forlì, morto il 18enne Antonio Lattuneddu

Antonio Lattuneddu è deceduto nella serata di lunedì 4 gennaio: il corpo è stato scoperto dal padre del 18enne, Alberto, verso le 20:30, in una stanza dell’abitazione adibita a palestra. Al momento del ritrovamento, il padre ha immediatamente provveduto a praticare per alcuni minuti il massaggio cardiaco al figlio, in attesa dei soccorritori del 118, nonostante la situazione apparisse estremamente critica. All’arrivo del 118, tuttavia, non è stato possibile far altro se non dichiarare il decesso del ragazzo.

Il corpo della giovane vittima è stato traferito presso l’ospedale più vicino e sarà sottoposto ad autopsia nella giornata di giovedì 7 gennaio, per stabilire le cause del prematuro decesso.

La passione per lo sport del ragazzo

Antonio Lattuneddu era seguito a livello medico in quanto sportivo: praticava, infatti, pallanuoto a livello agonistico e si era cimentato anche in discipline come il tennis e il nuoto.

Recentemente aveva manifestato una nuova passione per lo scie, per questo motivo, durante le festività natalizie, si era recato a Cortina d’Ampezzo, presso la casa di vacanzaposseduta dalla famiglia Lattuneddu. In questa circostanza, aveva effettuato diverse escursioni di sci alpinismo con una guida alpina nei giorni in cui l’Italia si è colorata di arancione.

Il ricordo del padre Alberto Lattuneddu

La notizia dell’improvvisa scomparsa del giovane Antonio ha lasciato nello sconforto non solo i suoi familiari ma anche la fidanzata Lucia, i compagni della quinta superiore del liceo scientifico Righi di Cesena che Antonio frequentava e numerosi docenti che hanno contattato i genitori del ragazzo per esprimere le proprie condoglianze.

Antonio Lattuneddu è stato ricordato dal padre, Alberto Lattuneddu, farmacista titolare della farmacia Malpezzi nonché presidente provinciale di Federfarma, consorzio di farmacie private di Forlì-Cesena. Le parole del farmacista sono state le seguenti: «Era un ragazzo sano. Era un ragazzo speciale. Mentre si trovava a Cortina d’Ampezzo, mi aveva mandato fotografie meravigliose. Era un romantico, e i suoi scatti lo dimostravano. Amava la natura e gli spazi aperti».

Il dottor Lattuneddu ha anche raccontato come il figlio lo abbia sorpreso con un regalo inaspettato ricevuto il giorno di Natale: «Antonio mi ha detto: ‘Babbo, ho deciso di iscrivermi a Farmacia, ho già fatto qualche colloquio con la Facoltà’. Per me, è stata una sorpresa, non me ne aveva mai parlato. Gli ho detto: ‘Chissà come sarà contenta la nonna, sarai la terza generazione di farmacisti in famiglia’».

Il legame tra Alberto e Antonio Lattuneddu si era rafforzato nel corso degli ultimi anni, dopo la diagnosi di un serio problema di salute diagnosticato al farmacista. In quella circostanza, il ragazzo aveva deciso di prendersi cura del padre: «Antonio iniziò a seguirmi e a proteggermi. Mi diceva: ‘Babbo non preoccuparti, ci penso io’. Era un ragazzo speciale ed era la mia vita».


Contatti:
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Contatti:

Leggi anche

Contents.media