×

Vaccino Covid, Galli: “Ritardo impone delle restrizioni al più presto“

Il direttore dell’ospedale Sacco di Milano chiede misure più stringenti visto il rallentamento delle vaccinazioni.

covid galli natale

I ritardi accumulati nella distribuzione del vaccino contro il Covid-19 rischiano di rallentare fortemente il processo già iniziato da diverse settimane. A parlarne è Massimo Galli in un’intervista rilasciata a La Stampa.

Vaccini, la posizione di Galli

Il primario dell’ospedale Sacco di Milano si è subito soffermato sulla questione vaccini.

“Senza di essi siamo esposti a un contagio che galoppa e varia in tutta Europa. Si devono mantenere le restrizioni – commenta Galli – fino a che non si sarà sicuri di essere usciti dalla tempesta. Ogni minima debolezza potrebbe costarci una terza ondata. Già così, con il ritardo dei vaccini, l’inverno, le varianti, e il virus che circola dentro e fuori i confini, è un rischio, se non probabile, certamente possibile”.

Vaccino Covid, la situazione

Attualmente sono oltre 1 milione e trecentomila le persone che hanno già ricevuto la prima dose del vaccino: di queste soltanto poco più di 100mila si sono sottoposte al richiamo della seconda dose. Galli, da questo punto di vista, analizza anche l’andamento della vaccinazione e le misure di prevenzione. “Bisognerà mantenere le misure fino a chiarire l’andamento della curva – aggiunge Galli – che resta incerto ma sempre in crescita.

Inutile illudere la gente, la situazione non è tragica, ma in attesa dei vaccini bisogna ricordare che l’attenzione di ognuno di noi ai propri comportamenti è la migliore arma di difesa individuale e collettiva dalla pandemia”.

Nel frattempo in Italia il dato sui nuovi contagiati dal Coronavirus continua a non aumentare. Secondo il bollettino di domenica 24 gennaio i positivi al Covid-19 sono 11.629, le vittime 299.

Nato a Roma nel 1991 e cresciuto a Cosenza, pratica l’attività giornalistica dal 2015. Ama spaziare tra le mille sfaccettature del giornalismo e le tante notizie che arrivano da tutto il mondo. Attualmente collabora con Ottoetrenta.it, MeteoWeek.com e Notizie.it.


Contatti:
1 Commento
più vecchi
più recenti
Inline Feedbacks
View all comments
Lucio Caratozzolo
25 Gennaio 2021 11:11

Forse questo signore vorrebbe i lazzaretti. O i lager? Siamo già in restrizioni, e lui fa finta di ignorarlo.


Contatti:
Alessandro Artuso

Nato a Roma nel 1991 e cresciuto a Cosenza, pratica l’attività giornalistica dal 2015. Ama spaziare tra le mille sfaccettature del giornalismo e le tante notizie che arrivano da tutto il mondo. Attualmente collabora con Ottoetrenta.it, MeteoWeek.com e Notizie.it.

Leggi anche

Contents.media
Ultima ora