×

Badanti scomparsi a Siracusa, trovati resti umani: arrestato presunto killer

A distanza di sette anni sono stati trovati resti umani che potrebbero appartenere ai due badanti scomparsi a Siracusa.

Badanti scomparsi Siracusa

Svolta nel caso dei due badanti scomparsi a Siracusa a maggio 2014: a distanza di 7 anni le forze dell’ordine hanno trovato dei resti umani in un pozzo all’interno della villa di Giampiero Riccioli, il figlio dell’uomo che le due vittime avrebbero dovuto assistere.

Gli inquirenti ritengono possa essere stato lui ad uccidere Alessandro Sabatino e Luigi Cerreto e lo hanno arrestato.

Badanti scomparsi a Siracusa: trovati resti

I Carabinieri hanno eseguito il mandato di arresto in una località balneare di Pachino, a 50 chilometri da Siracusa. Secondo quanto appreso Riccioli, dopo la notizia del ritrovamento dei resti, avrebbe tentato di fuggire. I militari lo hanno però raggiunto e portato in caserma per l’interrogatorio e dovrà ora rispondere dell’accusa di duplice omicidio e occultamento di cadavere.

All’epoca dei fatti ci sarebbero stati forti dissapori tra lui e i due badanti del padre, che appena arrivati avevano anche notato pesanti maltrattamenti a danno dell’anziano proprio da parte del figlio.

Il rinvenimento dei corpi ha dato una svolta fondamentale alle indagini che hanno rischiato l’archiviazione negli scorsi mesi. Dopo anni di buio la Procura di Siracusa aveva infatti chiesto di archiviare il caso ma il giudice dell’udienza preliminare aveva disposto la continuazione.

Dopo due giorni trascorsi all’interno dei terreni di Riccioli gli agenti della squadra mobile e della polizia scientifica hanno quindi trovato un sacco con indumenti e possibili resti umani. Sarà solo l’esame del DNA a chiarire se questi possano appartenere ai due badanti o ad uno di loro.

Contents.media
Ultima ora