×

Mamma suicida: aveva abbandonato il lavoro per il figlio

Margherita, la mamma suicida di Treviso, aveva accolto gioiosamente la nascita di suo figlio assieme al marito: lavorava in una ditta.

Carabinieri

Margherita Bandiera è la mamma di 31 anni anni suicida. La donna si è gettata insieme al figlio piccolo da un ponte sul fiume Piave, a Vidor, in provincia di Treviso. Margherita lavorava come contabile amministrativa presso una ditta locale. Si era licenziata per il suo bambino.

Lei e suo marito avevano accolto la nascita del loro figlioletto con grande gioia, ma un male oscuro stava crescendo dentro la giovane, una forma depressiva seguita al parto. Margherita si stava curando presso un centro specializzato, ma alla fine la malattia ha vinto, impossessandosi della sua testa.

Mamma suicida col figlio: parla il marito

Il marito di Margherita Battaglia e padre del bimbo ha dichiarato: “Non potevo immaginare che il piccolo fosse in pericolo”.

Riferendosi al figlioletto sopravvissuto ha aggiunto: “Ora è lui che mi darà la forza per andare avanti. Lei spero abbia trovato la pace”. La verità su quello che era accaduto è emersa dopo che Margherita era uscita con il figlioletto in auto per recarsi dai genitori, abitanti presso una località non molto distante. Non sono mai giunti a destinazione. I familiari hanno provato a contattare la 31enne, ma senza successo. Hanno dunque allertato i carabinieri e percorso la strada dove, infine, hanno trovato l’automobile della donna abbandonata accanto al ponte presso cui era accaduta la tragedia.

L’amore dei suoi cari non è bastato

Nemmeno l’amore da parte dei suoi cari è bastato a salvare Margherita Battaglia dalla forma di depressione che l’ha infine portata alla morte. Il corpo senza vita della 31enne è stato scoperto con accanto il figlioletto ancora vivo. Il piccolo è stato fortunatamente salvato in seguito a un’operazione.

Contents.media
Ultima ora